ANDERS BEHRING BREIVIK, IL PALESTRATO


Su “Di Più” di agosto, un giornale di spessore dunque, non sanno come farci passare la giornata sotto l’ombrellone. Così, nello stesso numero in cui annunciano (in copertina!) la laurea in Scienze Politiche nientemeno che dell’ex-tronista Francesco Arca, si cimentano in un articolo su Anders Behring Breivik, il killer che il 22 luglio scorso compì una strage in Norvegia uccidendo oltre 70 persone.

 

E come ti enfatizzo il profilo del mostro? Semplice, lo rendo culturista! Pagina 14: “Ma quello che lo intrigava di più era il culturismo, e chi lo conosceva bene ricorda che gli era venuta anche la mania degli integratori alimentari ai limiti della legalità: quelli che ti gonfiano i muscoli all’inverosimile”.


Al di là delle ovvie considerazioni morali, aver bisogno di ricorrere al luogo comune più strumentalizzato al mondo per accrescere la mostruosità di un soggetto come Breivik, significa non avere proprio talento nella scrittura. 

Tacete.

 

 

 

Write a comment

Comments: 0