Balle verdi 3

(confronto ferro animale/vegetale)

 

 

Riecco gli sbiellati mangiatori di erbaggi che riprovano a farci fessi. Tabella comparativa, a modo loro, del contenuto di ferro nelle fonti animali e in quelle vegetali. 

Intanto il ferro vegetale è ferro NON EME, quindi assai meno biodisponibile di quello animale (anche ricorrendo a stratagemmi come la spruzzata di limone). Fatto peggiorato dalla contemporanea presenza di antinutrienti (fitati, ossalati ecc.), assenti nella carne.

Poi, per i pistacchi: quando anche si volessero assumere i 100 grammi menzionati in foto, sapete cosa succede? Che zittizitti si saranno introdotti la bellezza di 56 grammi di grassi! Cosa che ovviamente non accade con la tanto temuta bistecca, che di grassi ne ha appena 2.7 grammi.

E con i legumi la sonata non cambia, dal momento che 100 grammi (secchi) si portano dietro la squisitezza di 45 grammi di carboidrati che nessuno voleva!

Io non ce l’ho con i vegetariani, ne seguo anche diversi personalmente, ma questo è un tentativo di circonvenzione di incapaci che non sopporto. E la cosa che più mi lascia stupito è trovare foto del genere condivise da chi ritenevi un professionista serio.



Write a comment

Comments: 0