Il dimagrimento di Max Pezzali

 

 

Questo è un esempio di come dimagrire sulla bilancia non abbia in sé alcun significato. Max Pezzali, venti chili in meno, un’immagine decadente.

 

Smunto, emaciato, invecchiato, esteriormente debole, apparentemente malato.

 

Ho voluto prima accertarmi che non fosse realmente malato e ho trovato un’intervista in cui lui stesso affermava: «Dopo la dieta qualcuno mi ha incrociato con gli abiti sterili nel reparto di ematologia di Verona: ero andato a trovare un amico, è partito il tam tam della malattia». 

 

Magari avrà avuto problemi di salute che imponevano un dimagrimento rapido o forse la spinta è venuta solo da una motivazione estetica, ma senz’altro questo non è stato il modo giusto.

 

Questa è quella che si chiama “poor body composition” da dieta sbagliata: massa muscolare e minerale depauperata, glicogeno depleto, disidratazione intracellulare, pulsatilità ormonale in letargo, esposizione a infortuni aumentata. Insomma, non certo l’immagine della salute.

 

Questo non è più dimagrimento ma deperimento.

E qui è svelato il responsabile. 

 

 

 

 

 

Write a comment

Comments: 3
  • #1

    Francesco (Saturday, 19 July 2014 11:54)

    Cornetto a colazione? Buono...mangia mangia.

  • #2

    Paolo (Thursday, 08 September 2016 14:24)

    Per depauperamento minerale si intende delle ossa?

  • #3

    Giuseppe Musolino (Thursday, 08 September 2016 14:31)

    Sì.