SINDROME DELLA BIDONVILLE

 


In alcuni giovani che vivono in uno stato di povertà, è stata osservata la “Sindrome della bidonville”, ossia una condizione in cui l’obesità potrebbe derivare dalla denutrizione infantile. Un prolungato stato di malnutrizione si accompagna di solito a riduzione dell’IGF-1, che è fondamentale per stimolare gli ormoni che accelerano l’ossidazione dei grassi. Perciò: meno IGF-1, più grasso depositato.


Molti immigrati latinoamericani della prima generazione hanno vissuto questa denutrizione nella propria infanzia. Oggi sono obesi, così come i loro figli che attualmente si trovano anche nel nostro Paese, dove hanno sposato italiani e messo al mondo altri figli, pure loro con problemi di peso. E tutto ciò si accompagna sempre più frequentemente al diabete. Alcuni sostengono che questo sia un modo in cui l’evoluzione, che alcuni chiamano Dio e altri Natura, si stia liberando della popolazione meno vantaggiata e meno vantaggiosa.

 

 

 

Write a comment

Comments: 0