Alga spirulina



Alga spirulina, cavallo di battaglia di molti sbiellati mangiatori di erbaggi che sostengono essere migliore dei prodotti animali e di avere più proteine di questi.

 

Come termine di paragone viene presa spesso la carne. Ho già detto in altre occasioni che è scorretto, come quando con la carne si confrontano i legumi. Si tratta di prodotti secchi, disidratati, perciò i nutrienti sono molto più concentrati. È come se si facessero i conti sulla carne una volta cotta: l’acqua va via e le proteine aumentano, anche se sono sempre le stesse. Se si utilizzasse questo metodo, la carne cotta finirebbe per avere le stesse proteine riportate per l’alga spirulina.

 

Ma visto che ad alcuni piace giocare sporco, facciamo il raffronto con un prodotto animale analogo, cioè in polvere: il siero di latte

 

Come si può vedere, il totale proteico è imparagonabile: 90 grammi contro 57. Senza peraltro tenere conto del profilo aminoacidico sfavorevole per il prodotto vegetale, essendo questo carente in triptofano. Ma non è tutto: ben 24 grammi di carboidrati e 8 di grassi nell’alga, entrambi assenti nel siero.


Ora voglio dire una cosa. Io vengo da un passato in cui, per sport, ho patito la fame (per sport, lo ripeto, perché la mia fame aveva una fine, quella vera è un’altra cosa). 

 

Ciucciavo le compresse di dolcificante per avere qualcosa di dolce in bocca. Gustavo il caffè come fosse un milkshake, e lo prendevo lungo perché durasse di più, essendo la cosa più “dolce” che mi spettasse nella giornata. Passavo le ore ad aspettare che passassero le ore per un semplice motivo: poter mangiare di nuovo.

                      

Ho attraversato tutte le epopee degli integratori: ginkgo biloba, guaranà, garcinia cambogia, germe di grano, fieno greco, gamma orizanolo, pappa reale, acido ferulico, dioscorea, diosgenina, clorofilla, salsapariglia… Tutta roba che prometteva miracoli e che sistematicamente si è rivelata un flop.

 

So quello che funziona e quello che non funziona. E quello che funziona sono quattro-cose-quattro in croce.

 

Questo semplicemente per dire una cosa. Non avete idea del misto di pena/rabbia che mi provocate quando mi parlate di alghe spiruline, aloe vera, tisane, zumba, pedane vibranti e compagnia. Quando succede e mi vedete annuire in silenzio, è perché spero che i vostri discorsi finiscano presto. 

 

Non avete idea di quanto sia semplice. Non avete idea di quanto sia difficile.

#sbirulini

 

 

 

 

 

Write a comment

Comments: 3
  • #1

    Lolly (Thursday, 09 June 2016 16:56)

    Arguisco che anche tu (come me) hai provato gli splendidi Integratori ultimate Italia... :-DD
    Il disogenin col dosatore, un mito... io provai anche il beta-sitosterolo (ovviamente non faceva una mazza) così come il gamma-orizanolo (idem) e altre amenità.
    Funzionavano le proteine e un po' il carbo-plus... però erano bei tempi, quasi pionieristici direi...

  • #2

    Lolly (a.k.a. Bruno di Stefano) (Thursday, 09 June 2016 17:20)

    ...scusa prima non mi aveva preso il cognome.
    Non per fare il polemico ma trovo l'articolo un po' fuori target.
    La spirulina non è venduta come "integratore proteico" mi sembra, ma per le sue proprietà anallergiche ed antiossidanti.
    Quindi per prima cosa il tuo confronto è sballato.
    Come seconda cosa puoi leggerti il numero in edicola di Olympian's News (NOTA: non sono un loro dipendente eh..semplicemente mi alleno BB e ogni tanto leggo) dove c'è un bell'articolo con tanto di bibliografia sulle proprietà benefiche della spirulina (pagg. 46.47)
    Pur apprezzando spesso i tuoi articoli trovo a volte le tue sentenze un po' troppo cassatorie: forse non ho le tue competenze ma ormai grazie ad internet andarsi a leggere qualche studio - anche di settore - è alla portata di tutti, ignoranti laureati in Economia come me inclusi.
    A firmare l'articolo tra l'altro è Mario Ceriani, che personalmente ritengo persona alquanto preparata.
    Un saluto, Bruno a.k.a. Lolly

  • #3

    Giuseppe Musolino (Thursday, 09 June 2016 23:52)

    Per prima cosa, la spirulina è venduta come integratore proteico, come si può evincere dal termine “PROTEINE” schiaffato in bella enfasi sui barattoli: http://earthshiftproducts.com/Products/Supplements/ojio-sport-post-workout/OJIOSPRG/OSRGPN30

    Quindi, giusto per mettere i puntini sulle i, quello che scrive cose sballate sei tu.

    Per seconda cosa, un articolo scritto da un certo Marco (e non Mario) Ceriani ha lo stesso valore di quelli scritti da Federico Moccia per DiPiù.

    Per terza cosa, internet vi ha rovinato, non avete i filtri culturali in termine di nutrizione per difendervi.

    Come vedi (spero che tu abbia la lucidità per vederlo), i miei toni hanno ben donde di essere cassatori; se questo ti disturba, nessuno ti obbliga a leggermi.