Bruciagrassi

 

 

Arriva il periodo pre-estivo e mi aumentano le domande sui cosiddetti “bruciagrassi”. La richiesta non è solo che devono essere efficaci, devono essere anche “sicuri”, cioè non fare male. Lasciatemi dire che non avete coscienza della realtà. Qualunque termogenico, per essere efficace (quel minimo che può esserlo, perché sempre di integratori e non di farmaci si tratta), si porta dietro dei POSSIBILI effetti avversi. Paradossalmente, può anche capitare di avere gli effetti collaterali e nessun effetto positivo. Se non se li porta dietro, potete star certi che non è efficace.

 

Alcuni di questi prodotti possono funzionare. Non tutti, ma alcuni sì. Non hanno certo gli effetti dei farmaci, ma possono dare del sostegno. Hanno potenziali effetti collaterali, ma un piccolo aiuto possono darlo. Vanno però saputi usare, perché altrimenti il rischio non è solo quello di non avere gli effetti sperati ma anche quello di sperimentare gli effetti avversi. 

Capita allora che un soggetto coscienzioso vada giustamente dal proprio medico curante a sottoporre il prodotto in questione per avere una valutazione in merito ad un possibile utilizzo, e si senta rispondere di lasciare perdere perché sono lo stesso pericolosi. 


A quel punto non c’è da meravigliarsi se il soggetto si mette a pensare: “Gli integratori non danno grandissimi risultati e fanno male, i farmaci fanno male ma danno grandissimi risultati… Sai che c’è? Io uso i farmaci”. 


È così che vorreste combattere il doping?


 

 

 

 

 

Write a comment

Comments: 0