PROBLEMA


Pierino ha 300 €. L’istruttore gli dice che, poiché ormai si allena da un po’, sarebbe il caso di iniziare una supplementazione. E gli vende un barattolo di proteine che non era riuscito a smerciare in altro modo. Gli estorce 40 €, affibbiandogli con l’integratore una dieta (lui, con la licenza media e il diplomino da istruttore conseguito in due weekend) con cui gli assicura che metterà massa pulita. Niente da fare, Pierino rimane sempre 67 kg. 


Deluso, si rivolge a certi amici in palestra, che gli suggeriscono alcuni integratori dai nomi strani. Lui si fida e ne ritira un paio in internet, pagando 80 € per prodotti che alla fine si riveleranno acqua fresca. Ah, la dieta questa volta gliela dà un collega di spogliatoio, laureato in informatica. 


Si reca allora al negozio di integratori e si lascia consigliare dall’esercente, uno grosso. Questi gli rifila altri tre integratori, per altri 80 €, e gli elabora gratuitamente una dieta (lui, col diploma da geometra). 


Pierino arriva a stento a 70 kg, mettendo grasso in zone dove mai ne aveva avuto.


Si rivolge infine al web, dove alcuni cialtroni nascosti dietro un nick gli consigliano questa volta dei supplementi per “asciugarsi”. “Roba buona”, gli promettono. Pierino si fida, li ritira e fa un mix dei consigli di utilizzo. Altri 100 €, perde i tre chili acquistati ma sembra più magro di prima che iniziasse a prendere integratori. 


Domanda: dove sono finiti i soldi di Pierino? Vi aiuto: la risposta non è “nel cesso”…

 

 

 

Write a comment

Comments: 0