Integratori Agel, il dopo Herbalife

 

 

Mi si chiede in privato un’opinione su un relativamente nuovo marchio di integratori dietetici. Si tratta della ditta americana “Agel”, un marchio molto interessante, che nulla ha da invidiare a “Herbalife”. Preparatevi, perché arriveranno sul mercato e impreparati come siete, li acquisterete. 

 

AVVERTENZA PRIMA DELL'USO: quanto segue non vuole in alcun modo porre discredito sulla ditta; è semplicemente un'analisi comparativa con altri prodotti, da cui poi ciascuno potrà formarsi una propria idea. 

Ciò che è venuto subito fuori sono state mille beghe di carattere legale. Già, perché da quello che riferiscono diverse testimonianze, la ditta sembra muoversi attraverso il cosiddetto Multilevel; sapete quelle tipologie di organizzazioni basate su riunioni in cui millantano crescita professionale, guadagni a cinque-sei zeri, ville e yacht, col solo fine di farti fare un acquisto minimo per poi affliggere amici e parenti perché ti acquistino la merce? Ecco, quelle.

 

È da precisare che l’Unione Europea nel 2005 ha definito queste pratiche commerciali come “ingannevoli”. E infatti la Agel risulta sanzionata dall’Antitrust per “pratiche commerciali scorrette” (Provvedimento n. 23789).

 

Da precisare anche che a inizio 2013 la “Agel è stata multata per “vendita di integratori con diciture non autorizzate attraverso metodo piramidale

 

Ma a me di queste controversie giuridiche non importa granché. Io mi limito a valutare i prodotti dal lato oggettivo, quello che non mente, ossia quello nutrizionale. E ciò che parla chiaro in questo caso sono tre cose: l’etichetta alimentare, gli ingredienti e il prezzo. Stop, il resto sono solo paroloni privi di valore.


Lo ripeto ancora una volta per i più tardi a comprendere: nell'articolo non si parla dell'aspetto legale ma unicamente di quello nutrizionale.


Prendiamo un esempio per tutti: l’integratore di omega-3. Innanzitutto la scheda tecnica è in inglese e poco chiara. Passiamo all’analisi dell’etichetta alimentare. Quello che bisogna controllare è il contenuto dei due acidi grassi omega-3 presenti che si chiamano Eicosapentaenoico (EPA) e Docosaesaenoico (DHA). L’integratore della Agel, per dose, contiene:

 

  • EPA 400 mg
  • DHA 265 mg

 

La confezione comprende 30 dosi, ad un prezzo di 48,84 euro


Facciamo ora un confronto con lo stesso tipo di integratore di una delle migliori ditte presenti da tempo sul mercato, di cui ometto il nome per chiari motivi (NON si tratta del prodotto in foto, che è lì solo per fini illustrativi), che per compressa contiene:

 

  • EPA 432 mg
  • DHA 288 mg

 

La confezione è da 60 compresse e costa 25,50 euro.

 

Ve li sapete fare i conti, sì? Il doppio del contenuto alla metà del prezzo.

 

Per non parlare degli altri integratori, come ad esempio un multivitaminico con ben 8 grammi di zuccheri per dose!

 

 

A quel punto vi ribatteranno che i loro prodotti sono “certificati sul sito del ministero della salute”, vi parleranno di “purezza”, di "biodisponibilità", di “ingredienti naturali”, di scorie, di filtri, di luce, armonia, benessere, di come hanno ritrovato Dio e di altri trastulli che come vi dicevo sopra non hanno alcun significato scientifico. 

 

Se non sapete come buttare via i vostri soldi, vi posso trovare dei modi più divertenti per farlo… 


P.S. Come volevasi dimostrare, dopo aver espressamente dimostrato dati alla mano l’inferiorità nutrizionale e il maggior costo dei prodotti in questione, mi tocca ancora leggere i messaggi dell’esaltato di turno (sempre in forma anonima) che scrive: “SCUSO, LE PASTICCHE E LE POLVERI SONO TRATTATI SINTETICAMENTE E PROVOCANO SCORIE CHE SI DEPOSITANO SUI NOSTRI FILTRI E NON SI PUO CERTO ABUSARE DI INTEGRATORI. PER ESEMPIO IO HO PROVATO IL MULTIVITAMINICO. IMPRESSIONANTE EFFETTO. UNA BOTTA DI VITA. NE HO PROVATI IN PASSATO DI MULTIVITAMINICI, MA QUESTO MI HA DATO UN EFFETTO TANGIBILE IN POCHISSIME ORE”.


Vi imploro di risparmiarmi dal farmi leggere bestialità simili, anche perché non verranno pubblicate se non per sbeffeggiarvi pubblicamente.

 

 

 

 

Write a comment

Comments: 91
  • #1

    luca (Friday, 21 September 2012 23:46)

    come posso notare dalle sue dichiarazioni, continuo a pensare che l'italia propio un paese di Caproni...
    il mlm è un sistema commerciale diffuso in tutto il mondo e in tutta europa....
    ma l'italia non fa parte dell'europa???
    se siete degli inconpetenti in materia...
    state zitti...

  • #2

    GM (Saturday, 22 September 2012 00:38)

    Caro il mio ennesimo amico scognomato, è il tuo commento a confermare che l’Italia sia un paese non solo di caproni, ma anche di somari. Innanzitutto, a parte i tempi verbali errati o assenti, propRio si scrive con la R e incoMpetenti si scrive con la M, razza di ciuccio.
    Poi, quanto scritto non è una mia opinione: le pratiche commerciali multilevel (mlm, come le chiami tu) sono vietate in Italia; ho provveduto a linkare il provvedimento per gli asini come te, che però pure davanti all’evidenza continuano a ragliare.
    Infine, se vuoi esprimere un parere su queste pagine devi innanzitutto essere educato e metterci la faccia. Posso anche sorvolare sugli errori di sintassi, ma non sulla mancanza di educazione, altrimenti non ci metto niente a scendere al tuo livello e trattarti per come meriti.

  • #3

    Francesco (Thursday, 31 January 2013 19:48)

    Buonasera Dottore, nonostante io sia "scognomato" come il commentatore precedente (è solo una questione di privacy ed è meglio essere scognomati che metterne uno di fantasia, credo) vorrei comunque farle delle domande in merito ai prodotti Agel. Lo faccio sui prodotti perchè come lei stesso dice, il resto sono solo chiacchiere. Rispetto agli Om3 in pillole la differenza di prezzo è evidente ma non crede che la qualità del prodotto possa giocare un ruolo fondamentale in questo? Cosa intendo per qualità? Magari la provenienza dei nutrienti che fanno l'integratore o la praticità di averlo in una bustina monodose che si assume senza acqua (mio padre ad esempio non riesce a deglutire pillole) o magari l'assorbimento che si ha dell'Epa e del Dha presente nell'integratore. Perchè di recente è uscito uno studio che dimostra come L'Om3 Agel venga assorbito circa 4 volte di più di un Om3 in pillola. Non crede che questo possa far lievitare il prezzo? Se in più consideriamo il fatto che parte del prezzo pagato dall'acquirente viene ridistribuito nel sistema (e dunque non va esclusivamente nelle casse della ditta produttrice come nel caso di qualsiasi integratore) e dunque crea ricchezza (è così che funziona il MLM) questo non può essere un altro fattore che ne determina un prezzo diverso? Dunque le chiedo: nel caso dell'Om3 in pillole, per essere un normale integratore come ne esistono a milioni, 25euro a confezione non le sembrano troppe? Passando dall'Om3 al Min (il multivitaminico) lei scrive che ci sono 8 grammi di zuccheri per dose. In realtà i grammi di zucchero sono 6 (così come si legge dall'etichetta) e vorrei sapere quale è secondo lei la cosa che non va in questo. Non sono ironico, è una domanda vera anche perchè io assumo il Min. Grazie!

  • #4

    Giuseppe Musolino (Friday, 01 February 2013 15:57)

    Bene, rispetto la tua scelta di scognomarti perché perlomeno utilizzi dei modi civili nel presentarti. Rispondo a tutte le tue perplessità, una per una.

    Questione omega-3. Ho evidenziato nell’articolo come un altro integratore offra il doppio del contenuto alla metà del prezzo. Quindi già sul piano quantitativo che economico la Agel è battuta. Mi chiedi se la qualità del prodotto possa giocare un ruolo fondamentale. Certo, restava il baluardo della “qualità” cui ci si poteva aggrappare. E allora affrontiamo anche quell’aspetto.

    Innanzitutto la provenienza dei nutrienti. Non sono a conoscenza di studi OBIETTIVI che attestino la superiorità degli ingredienti utilizzati da Agel rispetto a quelli impiegati da altre aziende. Se la Agel si autofinanzia uno studio che poi conclude che gli omega-3 della stessa ditta hanno un assorbimento migliore di altri in compresse (ma quali “altri” poi??), la cosa mi lascia perplesso. Gli studi devono essere INDIPENDENTI dagli interessi commerciali. Se io pago qualcuno per farmi dire che sono il migliore, che credibilità avrebbe il tutto?

    Per gli studi che dimostrino un migliore assorbimento, vale lo stesso discorso: devono essere indipendenti da Agel, e io ripeto non ne conosco.

    La praticità d’uso (che NON è un aspetto qualitativo) è l’unico punto a favore, ma solo per quei pochi soggetti che come tuo padre hanno difficoltà nella deglutizione delle compresse.

    Infine il prezzo: non mi sembrano troppi 25 euro, mi sembrano troppi 48 euro per un integratore che mi offre la metà del contenuto e FORSE la stessa qualità (il “forse” è riferito alla Agel, perché l’integratore postato in esempio nell’articolo - reso anonimo perché io non tiro gli interessi di nessuno - è di assoluta qualità).

    La questione MLM è ancora più semplice da dirimere: potrebbe (e ripeto potrebbe) anche creare ricchezza, ma in Italia è vietato. Si chiamano leggi, e anche se in Italia sembra strano vanno rispettate. Fine della discussione.

    Questione multivitaminico. In quello in oggetto ci sono ben 8 grammi di carboidrati, e non 6 (6 sono di soli zuccheri semplici), come si vede bene nell’immagine delle informazioni nutrizionali. Qual è il problema dello zucchero? Non ci sarebbe neanche bisogno di specificarlo. Il problema è che se io compro un multivitaminico, voglio vitamine, non zucchero. E considerando che per fortuna i multivitamici senza zucchero e ben dosati esistono, non ho motivo di sceglierne uno che anche a parità di contenuto di vitamine e minerali mi rifila lo zucchero.

    Di zucchero ne abbiamo già abbastanza nella nostra alimentazione, considerando che quasi tutti i prodotti alimentari di uso comune ne sono addizionati. Non scherziamo, se mettiamo lo zucchero anche nel multivitaminico vuol dire che non abbiamo capito niente. E infatti non abbiamo capito niente.

    Se poi fai un confronto e ti accorgi che oltre allo zucchero la Agel ti rifila dosaggi vitaminici irrisori, capirai da solo la differenza. Basta prendere uno dei più comuni multivitaminici presenti sul mercato:

    Vit. B1
    Multivitaminico comune = 20 mg
    Agel = 1.4 mg

    Vit B2
    Multivitaminico comune = 5 mg
    Agel = 1.6 mg

    Vit. B3
    Multivitaminico comune = 50 mg
    Agel = 18 mg

    Vit. B6
    Multivitaminico comune = 10 mg
    Agel = 2 mg

    Vit. B12
    Multivitaminico comune = 5 mcg
    Agel = 1 mcg

    Vit. C
    Multivitaminico comune = 150 mg
    Agel = 60 mg

    Magnesio
    Multivitaminico comune = 90 mcg
    Agel = 18 mg

    Ferro
    Multivitaminico comune = 1.25 mcg
    Agel = assente

    Eccetera.

  • #5

    Francesco (Saturday, 02 February 2013 14:24)

    Buongiorno Dottore e grazie per le risposte. Concordo con lei nel ritenere necessari degli studi indipendenti che attestino la differenza di assorbimento e bio disponibilità degli Om3 in Gel rispetto agli Om3 in pillole. La Mayo Clinic (il loro sito è on-line) ha condotto questa ricerca e i risultati dei quali le parlavo provengono proprio da lì. Ora io non so se la Mayo Clinic è pagata da Agel per questo, ma il fatto di non sapere in che "rapporti" si trovino le due aziende di per se non può essere considerato una prova di colpa. Se poi diamo giustamente per necessario appunto l'indipendenza degli studi allora è compito di tutti tranne che di Agel condurre questi studi. Qualcuno si è fatto avanti ma per ogni singolo studio ci sono dei costi esorbitanti (per un privato intendo). Ad esempio in Svizzera si parte da 100.000 franchi. Quindi ci troviamo in una situazione paradossale: l'azienda fornisce degli studi che attestano la "differenza" ma nessuno si prende la briga di farne altri (indipendenti, ammesso che quelli dell'azienda non lo siano) per verificarlo. Situazione difficile da risolvere. A parole.

    Per quanto riguarda il MLM è bene specificare che per legge non è affatto vietato. Ad essere vietate sono le "degenerazioni" del MLM che vengono descritte molto bene dall'art. 5 e dall'art. 6 della legge del 2005 riguardante questo sistema commerciale. Ora le scriverei per filo e per segno gli articoli (li può trovare on-line) ma per comodità le riassumo i concetti: art.5 - vieta sistemi commerciali definite "catene" o "piramidi" dove la fonte principale di guadagno o unica fonte, sia legata al reclutamento di nuovi venditori previa una somma di denaro per l'iscrizione nel sistema (vale a dire, io trovo una persona e la iscrivo nel sistema di vendita facendole pagare 500euro per il solo ingresso e l'azienda mi riconosce una provvigione su questa cifra). art. 6 - è una specifica dell'articolo 5 e stabilisce delle circostanze precise nelle quali l'azienda non deve incappare per non ricadere nell'articolo 5 ( esempio: se l'azienda obbliga i propri iscritti a pagare una cifra per restare nel sistema e su questo paga le provvigioni ai propri iscritti senza una reale controprestazione allora non ci siamo).

    Per quanto riguarda il multivitaminico e lo zucchero credo d'aver capito che le sue perplessità siano legate allo zucchero in sè e su questo ovviamente non ho niente da dire, rispettando le sue scelte in materia. L'importante è che io sia consapevole del fatto che nel mio multivitaminico ci sia la presenza di zucchero e che dunque possa scegliere se assumerlo o no (l'etichetta serve a questo ovviamente). Sulle quantità degli elementi nel Min ci sono delle piccole differenze tra quelle della sua etichetta e quelle che ho sottomano io in questo momento (probabilmente nel tempo c'è stato appunto un aumento dei dosaggi da parte dell'azienda) ma tra il suo multivitaminico e il "mio" Min c'è comunque differenza. E qui torniamo al discorso dell'assorbimento e della biodisponibilità. Esempio: della vitamina C presente nel suo multivitaminico quanto se ne "assorbe" realmente a prescindere da quanto ce n'è? Non si sa. E anche qui, lungi da me essere ironico o critico o supponente.

    In conclusione le dico che è un piacere scambiare opinioni con lei (opinioni e fatti) in modo del tutto civile ed equilibrato!

  • #6

    Giuseppe Musolino (Saturday, 02 February 2013 17:57)

    Appunto, non vedo perché la Mayo Clinic avrebbe dovuto prendersi da sé la briga di condurre uno studio sulla Agel o su un’altra ditta. Soprattutto alla luce, come giustamente osservi, dei costi esorbitanti per condurre una ricerca. Sicuramente, come dici tu, il fatto di non sapere in che "rapporti" si trovino le due aziende di per sé non può essere considerato una prova di colpa, ma io nel dubbio preferisco non fidarmi.

    La questione MLM è onestamente quella che mi riguarda di meno, perché io mi interesso del mero aspetto nutrizionale. Ma mi è sufficiente la decisione dell’UE riportata nell’articolo, che nel 2005 ha definito queste pratiche commerciali come “ingannevoli” sanzionando la Agel prima per “pratiche commerciali scorrette” e ora per “vendita di integratori con diciture non autorizzate attraverso metodo piramidale”. Il resto, gli articoli e i commi li lascio agli azzeccagarbugli.

    Per il grado di assorbimento, è difficile conoscerlo. Ma questo per qualunque integratore, perché dipende dal soggetto. Ma facendo l’esempio della vitamina B3: nicotinamide c’è nell’integratore Agel e nicotinamide c’è nel multivitaminico comune. Stessa molecola. Quindi se il soggetto X assorbe tot. di B3, ne assorbirà tot. sia che si tratti di Agel che di altro. A quel punto (e anche prima), conta il dosaggio. Ma anche ammesso e non concesso che la molecola della Agel presentasse un assorbimento leggermente maggiore (pura ipotesi), non giustifica assolutamente un costo pari al doppio.

  • #7

    Gioia Ventriglia (Tuesday, 26 March 2013 16:00)

    La saluto cordialmente e mi permetto di iniziare il mio commento con un "finalmente"! L'altro ieri un amico del mio compagno é venuto a casa nostra millantando i benefici di queste bustine e lasciandocene una decina. Da quel momento, incuriosita anche dai suoi guadagni, ho incominciato a fare ricerche su internet. Le uniche considerazioni che ho trovato sono state sul metodo di vendita che, sinceramente, non mi interessano minimamente dal momento che un prodotto é buono. Cercavo da due giorni un commento OGGETTIVO sulla QUALITA' di questo prodotto e ha confermato i miei dubbi. Sono riuscita a convincermi che in effetti questi prodotti non fanno nulla di male, ma ne valgono realmente la pena? Anche perché su internet non si possono acquistare piccole quantitá a scelta, ma si devono spendere 250 euro minimo (spese escluse). A questo punto direi proprio che il prodotto non vale la candela. Detto questo ne approfitto anche per fare una proposta: facciamo una colletta e facciamo fare un test indipendente. Cosí i nostri dubbi saranno quietati e se veramente il prodotto é miracoloso come dicono...
    Cordiali Saluti
    G.V.

  • #8

    Giuseppe Musolino (Wednesday, 27 March 2013 00:10)

    Un test indipendente costerebbe migliaia e migliaia di euro. Non si tratterebbe di analizzare il prodotto, ma di vagliare i suoi effetti su un certo numero di persone. E al di là dei costi, per essere attendibile una valutazione del genere dovrebbe avere come soggetto vagliante un ente super partes, tipo una Asl. E con la situazione economica attuale, quale Asl ha i fondi per un’operazione “futile” come questa? Troppo costoso e troppo complicato. Risparmiatevi i soldi, sia per il test che per il prodotto.

  • #9

    Andrea (Saturday, 25 May 2013 11:38)

    Forse è sufficiente sentire le testimonianze di chi ha effettivamente utilizzato il prodotto e magari ha riscontrato dei benefici, senza badare a quello che c'è scritto o no in etichetta.
    In fin dei conti il successo di un prodotto nel tempo lo fa il consumatore.

  • #10

    Giuseppe Musolino (Saturday, 25 May 2013 13:01)

    Le testimonianze senza validazione scientifica lasciano il tempo che trovano. Ti ricordo che il consumatore ha determinato il successo di prodotti come la nutella, la Coca-Cola, McDonald’s, “Amici”, “Uomini e donne”, Gigi d’Alessio, Berlusconi…

  • #11

    Marco Garito (Thursday, 30 May 2013 05:31)

    Salve Dr. Musolino,
    Grazie per le risposte precise che stavo cercando da giorni, a questo punto l'unico dubbio mi rimane sull'assorbimento del gel che anche altre aziende (regolarmente sul mercato) stanno cominciando a produrre (tipo energel della Ultimate Italia). Lo fanno perchè hanno riconosciuto la validità o semplicemente per emulazione? E la miamseconda

  • #12

    Marco Garito (Thursday, 30 May 2013 05:36)

    E la mia seconda domanda è sul benzoato di sodio che i gel contengono... essendo nocivo è normale che sia utilizzato oppure le quantità sono irrilevanti? Grazie

  • #13

    Giuseppe Musolino (Thursday, 27 June 2013 14:13)

    Emulazione sulla base della ricerca di novità da piazzare sul mercato, visti i ripetuti insuccessi delle altre metodiche. Il benzoato è un additivo regolarmente autorizzato, il che significa che nelle dosi ammesse non dà alcun problema; non focalizzate l’attenzione sulla pagliuzza quando dietro di voi c’è una trave.

  • #14

    Andrea Napolitano (Monday, 15 July 2013 02:53)

    Caro sig. "Dottore" coraggioso e impavido al punto da far succedere al suo nome cotanto di cognome, non posso giudicare il suo livello di preparazione; ma certamente posso constatare la sua gratuita e immotivata arroganza in armonia con la cattiva educazione. Si ricordi, ma ne dubito che accolga consigli, che avere a che fare con uno "ciuccio" (è lei che usa questa definizione approssimata e infondata - nn credo conosca il sig. Luca) non autorizza ad assumere le medesime sembianze. Si dedichi ad altre letture ed assuma atteggiamenti degni di un uomo perbene: primo vero elemento di cultura in un individuo pensante.

  • #15

    Giuseppe Musolino (Monday, 15 July 2013 03:42)

    Gentilissimo collega impavido,
    l’aver fatto succedere il cognome al suo nome non la esimerà dall’essere gettato nel calderone in cui bollono i suoi simili. Non ho bisogno di conoscere il signor Luca per definirlo un “ciuccio”: avendo esordito nel modo in cui ha fatto, i modi del signor Luca sono degni del peggiore incivile, e qui si viene ripagati con la stessa moneta. È il suo intervento ad essere gratuito e immotivato, caro signor Andrea, nessuno qui abbisogna delle sue difese. Su queste pagine si parla di argomenti tecnici, in maniera civile e senza arroganza, altrimenti - ripeto - si viene ripagati con la stessa moneta con cui ci si presenta.

  • #16

    dario gudini (Wednesday, 07 August 2013 10:38)

    grazie sig. Musolino...anch'io sono stato invitato da un amico,ecc. ecc.....e siccome ho un figlio senza lavoro mi sembrava un'opportunità...da subito ho avuto qualche dubbio e grazie a lei me li sono tolti...dico solo che il sig. Andrea ha fatto la pipì fuori dal vaso...la saluto cordialmente...
    Dario

  • #17

    Marco P (Thursday, 08 August 2013 17:20)

    discussione interessante.
    per dovere di cronaca e immagino suo poco interesse (non essendo questo il campo professionale dove esercita) preciso che:

    Agel risulta sanzionata dall’Antitrust per “pratiche commerciali scorrette” (Provvedimento n. 23789)

    vero, al pari (e cito le più conosciute, nello stesso provvedimento o comunque provvedimenti dello stesso ente) di:

    OVIESSE, H3G, CASSA DEPOSITI E PRESTITI, FERRERO, RCS, UNIFARM, FEDERFARMA, API, ESSO, EDISON, ESSELUNGA, EUROSPIN, COIN, DICO, SHELL, OPODO, MEDIASET PREMIUM..

    Questo suppongo non voglia dire che sono tutti delinquenti, ma solo che non sono stati rispettati dei regolamenti atti peraltro quasi sempre (o almeno cosi dovrebbe essere) alla protevione del consumatore.

    Ben vengano questi tipi di controlli.

    La seconda sottolineatura, non me ne voglia sempre poco attinente alla nutrizione, è sulla distribuzione del prodotto:

    "Multi-Level Marketing (MLM).
    Purtroppo il metodo non è definito nella legislazione italiana, che tuttavia vieta espressamente i sistemi di vendita basati sugli schemi piramidali ove i guadagni derivano dal reclutamento di altri soggetti, anziché dalla vendita vera e propria di beni o servizi"

    mi permetto anche qui di specificare non l'ingiustizia della multa, che se fatta da un organo competente ha chiaramente valenza, ma sulla difficoltà reale di una azienda straniera di confrontarsi con la legislazione italiana, senza alcun dubbio una delle più complesse ed interpretabili al mondo.

    Dopo questa sanzione, l'azienda ha rivisitato il piano dei compensi (nella forma, non nella sostanza) adeguandosi alle richieste fatte dalla stessa Antitrust. Per la precisione faccio notare che questa azienda è ad oggi una delle pochissime ad essere 'in regola' proprio perchè dopo un sano confronto con gli organi competenti ne è scaturito un cambiamento (solo per lo stato italiano) adeguato.

    Non vado oltre perchè non faccio il suo mestiere e le mie conoscenze mediche, biologiche o tantomeno molecolari, vanno poco oltre la grossolanità, ma la ringrazio per avermi dato la possibilità di rispondere (integrare? giusto per restare in tema..) invece sui temi più di mia competenza.

    Conscio che "il consumatore ha determinato il successo di prodotti come la nutella, la Coca-Cola, McDonald’s, “Amici”, “Uomini e donne”, Gigi d’Alessio, Berlusconi…" credo e spero che qualunque confronto porti una maggiore cultura, sia cosa buona e giusta.

    Mi permetto una domanda, che non ha ancora trovato risposta.. la via endovenosa credo sia uno dei metodi migliori (se non il migliore) per la somministrazione al paziente di un principio attivo. Dopo questa, quali metodi potrebbero essere messi "in classifica"?

    grazie e buon lavoro.

    MP

  • #18

    arturo (Friday, 09 August 2013 08:28)

    buongiorno dr.Musolino
    ho avuto anche io il dispiacere di partecipare ad un raduno AGEL a san benedetto del tronto.
    Mi sembrava di vivere un incubo dove tutti gioivano...urlavano..incitavano... promettevano stili di vita meravigliosi con storie raccontate al limite dell'inverosimile..
    la cosa che però mi ha fatto pensare molto in questi due infiniti e interminabili giorni agel erano le pressioni psicologiche adottate da questi... se chi ti portava nn riusciva a convincerti... subito ti presentavano alla persona che nel sistema piramidale si trovava al grado superiore... e così via fino ad arrivare ai famosi ( secondo loro) DIAMANTI solitamente sempre in coppia..marito e moglie...
    Non voglio dilungarmi troppo ma semplicemente testimoniare che nella vita bisogna essere accorti a ciò che ti si pone davanti, ragionare con la propria testa e soprattutto mai fidarsi di chi ti offre un lavoro dove devi anticipare gran parte dei tuoi risparmi...

  • #19

    Giuseppe Musolino (Friday, 09 August 2013 14:10)

    Gentile Marco P, pubblico volentieri il suo commento perché formulato con educazione e rispetto, pur esprimendo pareri in parte diversi. Come scritto nell’articolo, le questioni legali non mi interessano, sono solo di contorno in questo contesto. Nonostante ciò accolgo con piacere il suo intervento perché concordo sul fatto che il confronto porti una maggiore cultura.

    Quanto alla domanda sulle vie di assorbimento, la scelta innanzitutto dipende dall’obiettivo che occorre colpire; volendo fare un discorso generale, la “classifica” delle principali è la seguente: endovenosa, intramuscolare, orale e in ultimo, solo in ultimo, transdermica (gel).

  • #20

    Giuseppe Musolino (Friday, 09 August 2013)

    Grazie per la testimonianza, Arturo. Spero possa aprire gli occhi a qualcuno.

  • #21

    Marco P (Friday, 09 August 2013 22:34)

    Salve, grazie della pubblicazione e della risposta.

    Mi approfitto ancora se possibile:

    Transdermica: (gel)
    Cito da dizionario per non sbagliare, essendo per me termine nuovo.

    agg. [f. -a; pl.m. -ci, f. -che] di preparato medicinale che viene assorbito dall’organismo attraverso la pelle.

    Ok appurato che il gel é ultimo in classifica, tengo a precisare che il gel Agel non viene assorbito attraverso la pelle. Solo un prodotto (gel topico appunto). Gli altri gel si 'bevono'. Presumo siano da qualificarsi dunque uso orale, sbaglio?

    Orale: è inteso qualsiasi veicolo assunto per via orale sua esso liquido, compresso od in polvere, o appunto gel?

    Se così fosse, la differenziazione fra questi prodotti orali, è in qualche modo certificabile?
    conscio che l'assorbimento è ad personam, c'è comunque una regola generale che indichi se sono meglio liquidi polveri o solidi, conosciuti ormai tutti da tanti anni?

    Ancora grazie e buon lavoro

    Ps:
    Un saluto ad Arturo che è rimasto così traumatizzato da un evento che ai miei occhi è parso motivazionale, ma anche adeguato e professionale.
    Per correttezza alla professionalità dei molti medici saliti sul palco, credo fosse quantomeno doveroso ricordarne la presenza.
    Chissà se aprisse una agenzia Tecnocasa (leader nel proprio settore di competenza) cosa direbbe dei loro corsi.
    O se nato in America avesse lavorato per General Motord, Microsoft o quanti altri.
    Senza entrare nel merito, i gusti ovviamente son gusti.
    A me ad esempio non piace il pistacchio...

    MP

  • #22

    Giuseppe Musolino (Sunday, 11 August 2013 13:04)

    A parità di via di somministrazione, si va a vedere la composizione. Come ho fatto notare a Francesco sopra con l’esempio del multivitaminico, c’è una differenza abissale tra il prodotto Agel e il corrispettivo di un’altra marca. Posso dimostrare questo con QUALUNQUE altra tipologia di integratore. E in ogni caso non sono a conoscenza di gel per somministrazione orale che abbiano una valenza nemmeno lontanamente equiparabile ad una forma in compressa.

    P.S. Di per sé, la presenza di medici non qualifica affatto un evento; anzi, se lo scenario è quello descritto da Arturo, è l’evento a dequalificare i medici.

  • #23

    Marco P (Sunday, 11 August 2013 14:51)

    Mi scusi ma non mi è chiaro.
    "A parità di somministrazione si va a vedere la composizione" e la superiorità della compressa... Non sono in conflitto?
    Forse non riesco a spiegarmi e mi scuso.
    Se assumo lo stesso quantitativo in liquido o in compressa cosa è dunque più efficace?

    PS: la presenza di medici che parlano di prodotti qualifica un incontro. Se ne parlasse un meccanico avrebbe uguale senso? Direi di no.
    Se leggo il suo forum è perché è qualificato a rispondere alle domande.
    E se lei provasse un prodotto e decidesse di 'metterci la faccia' questo non intaccherebbe la sua professionalità.

    Se invece si vuol dire che questi dottori (uno peraltro primario in un ospedale a lei vicino) sono eticamente scorretti e truffatori... Forse varrebbe la pena conoscerli prima. Come persone e come professionisti.

  • #24

    Giuseppe Musolino (Sunday, 11 August 2013 21:08)

    SE si assumesse lo stesso quantitativo sarebbe la stessa cosa, ma come dicevo non conosco gel per somministrazione orale che abbiano una composizione nemmeno lontanamente equiparabile ad una forma in compressa. E se infine anche la composizione fosse paragonabile (cosa da escludere con la Agel perché come dicevo posso dimostrare che esiste un prodotto migliore con QUALUNQUE altra tipologia di integratore), si andrebbe a confrontare il costo, e anche lì Agel ne uscirebbe sconfitta.

    P.S. Sto molto attento alle parole che uso: mai detto in alcun punto che tali medici siano “eticamente scorretti e truffatori”. Ho solo precisato che “DI PER SÉ” la presenza di medici non qualifica un evento; e se un medico affianca la propria figura ad un evento delirante come quello descritto da Arturo, ai miei occhi (ripeto, i miei) ne uscirebbe dequalificato.
    Se io decidessi di mettere la faccia nella promozione di un prodotto, sarei conscio di mettere in gioco la mia credibilità professionale, nel bene o nel male. Perciò, nel caso lo facessi, sarei convinto e pronto a dimostrare l’efficacia dello stesso in qualunque momento. Oppure lo farei per soldi. Volendo escludere questa seconda ipotesi, immagino che i medici da lei citati abbiano prestato la propria immagine perché credono nella validità del prodotto; bene, sono qui a disposizione di qualunque professionista del settore per un confronto tecnico dei prodotti in questione.

  • #25

    Marco P (Monday, 12 August 2013 01:54)

    Un evento delirante descritto da Arturo.
    Io non conosco il signore, ma mi reputo una persona di buona cultura generale, educato e corretto. Non solo ribadisco che il signor Arturo ha una sua visione degli eventi, ma non potendone verificare la credibilità potrebbe anche avere egli stesso un interesse, essendo un settore in forte concorrenza. Dico forse eresie?

    Per quanto riguarda i medici.. Grazie per l'apertura. È già essa importante. Non posso essere di certo io a parlare per loro o a informarli dell'esistenza di questa discussione, o spiegare loro perche usare un forum quando dono gia di base essi contattabili e raggiungibili (se uno dibita che la FIAT MAREA sia una buona macchina, non credo un ingegnere FIAT si metta a rispondere in un forum, questo intendo) ma almeno augurarsi un confronto è sempre produttivo.

    Ci tengo a precisare che i medici sono sempre disponibili a chi loro si rivolge, e chiunque volesse incontrarli potrà averne modo. Anche lei magari potrebbe un giorno presenziare, e senza voler intaccare la sua indubbia convinzione, giusta o sbagliata che sia, potrebbe vedere "con i suoi occhi" che è solo un incontro normale, con applausi giustificati dal fatto che molta gente oggi vede un risultato tangibile per un lavoro fatto. Non mi sembra così strano o disdicevole. La domenica per molto meno si riempiono gli stadi, peraltro per risultati altrui.

    La ringrazio davvero sia per l'ospitalita concessami, sia per le informazioni aggiuntive che ora possiedo. Ovviamente, avendo un mio personale punto di vista cercherò altre fonti per approfondire e se dovessi venire in possesso di informazioni interessanti, mi permetterò di scriverle.

    Vorrei solo riportarle, conscio che la fiducia ad uno sconosciuto è merce rara, che sono così interessato al prodotto solo perché dopo tanti aulin, nimesulide od infiltrazioni, è diversi mesi che ho risolto il problema con uno di questi prodotti. Non cito neppure l'effetto placebo, solo pensarlo sarebbe da idioti dopo così tanti mesi di medicinali (proibiti in molti paesi europei) con forti controindicazioni e gastroprotettori a supporto (tutto prescrittomi da chi ha seguito l'intervento e la riabilitazione).
    Non avendo una spiegazione tecnica chiedo e mi informo. Le risposte fornitemi da medici sono non sul prodotto in se ma sul veicolo. Non ho davvero ad oggi modo di essere più preciso ma ci proverò, in attesa di studi a supporto che comprovino quanto dichiarato.

    PS mia nonna usava i cannelli di zolfo per curare i mal di schiena. Non esiste valenza scientifica a supporto, ma decine di generazioni contadine liguri e basso emiliane hanno usato questo rimedio ad oggi misterioso (e molto economico).

    Buon lavoro

  • #26

    Dott. Andrea Giorgetti (Tuesday, 20 August 2013 20:25)

    Salve Dott. Musolino
    Sono un collega, faccio il fisioterapista e l'osteopata e come addetto ai lavori sono stato invitato ad "entrare nel giro".
    Vorrei unirmi al suo appello.
    A tutti coloro che hanno commentato: prima di valutare i prodotti ho voluto provarli e vi assicuro che NON c'è nessun tipo di risultato miracoloso o effetto stupefacente rispetto ad altri prodotti molto più economici.
    Chiedetevi perchè se fossero miracolosi dovrebbero passare per un sistema di vendita come quello oggetto della multa dell'Antitrust dello scorso anno, anziché per la normale distribuzione presso farmacie o simili.
    La verità è che promettono guadagni facili facendo dei venditori i primi compratori e gli unici beneficiari sono i vertici del sistema.


  • #27

    Luigi (Saturday, 24 August 2013 00:37)

    Ci sono tanti dottori Andrea Giorgetti. Difficile trovarne uno osteopatia. Forse un fisioterapista a Perugia. Chissà poi chi potrà mai verificare le sue credenziali, ma comunque...

    Su wikipedia alla voce osteopatia si legge:

    "Le pratiche qui descritte non sono accettate dalla scienza medica, non sono state sottoposte alle verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico o non le hanno superate. Potrebbero pertanto essere inefficaci o dannose per la salute. Le informazioni hanno solo un fine illustrativo. Wikipedia non dà consigli medici: leggi le avvertenze."

    Ed andando avanti continua così..

    "Fino al 2003 e 2004 una delle critiche più importanti era che la stima dell'efficacia dei trattamenti fosse basata su testimonianze e non su prove. Una ricerca datata 2003 e un'altra datata 2004 dimostrarono che l'osteopatia non aveva effetti diversi da quelli di un placebo nel trattamento di certi dolori alla schiena cronici non specifici; gli autori hanno sottolineato comunque la difficoltà di prestare trattamenti placebo non terapeutici o antidolorifici, il che relativizza l'efficacia della ricerca stessa[5][6].

    Una meta analisi di sei ricerche scelte a caso, che coinvolgeva una valutazione in cieco del trattamento del dolore alla schiena in ambulatorio, a partire da dati riportati in MEDLINE, EMBASE, MANTIS, OSTMED e il Cochrane Central Register of Controlled Trials, avrebbe rilevato che il trattamento osteopatico manipolativo (OMT) ridurrebbe significativamente il dolore alla schiena. Ha altresì concluso che il livello di riduzione del dolore è maggiore di quanto ci si potrebbe aspettare dal solo effetto placebo e che persiste per almeno tre mesi.[7] Tuttavia, ad oggi non vi sono prove validate, con pubblicazioni su riviste scientifiche di maggior autorità, prestigio e qualità, che definiscano l'osteopatia un'arte basata su evidenza scientifica."

    Già che le piace scrivere, può scrivere a wikipedia che lei ha la verità assoluta sul suo lavoro (dove sarà sicuramente un esperto) e sul lavoro di altri (dove avrà impegnato si e no qualche giornata).


  • #28

    Giuseppe Musolino (Saturday, 24 August 2013 12:51)

    Mi pare che Andrea abbia scritto di essere anche fisioterapista, niente da obiettare su questo? Vogliamo arrampicarci su qualche altro specchio? Ricordo che l’articolo è sugli integratori Agel, grazie.

  • #29

    Giuseppe Musolino (Monday, 26 August 2013 19:20)

    Gentile Cinzia, non posso pubblicare il suo commento perché contenente link a siti che non mi va di pubblicizzare. Per i confronti cui anela, non sono io a dover venire da voi ma il contrario. Sono qui a disposizione dei colleghi d’eccellenza che menziona, magari LORO potrebbero imparare qualcosa di nuovo. Ma dubito si paleseranno; nel caso, se la discussione si basasse sul solo aspetto nutrizionale non credo ne uscirebbero bene.
    Salutissimi.

  • #30

    Dott. Andrea Giorgetti (Saturday, 31 August 2013 20:12)

    Caro sign. Luigi, visto che le piace scrivere delle credenziali altrui, le consiglio anzitutto un corso riguardo l'uso scorretto del "dove" nella sintassi italiana.
    Questo le assicuro fornirà maggior lustro alle sue argomentazioni.
    Riguardo invece le mie credenziali, la informo che i miei titoli post laurea sono ufficialmente riconosciuti dal ministero della sanità francese, paese "DOVE" (trattandosi di un luogo l'uso del dove trova indicazione) l'osteopatia è ufficialmente riconosciuta e praticata al pari delle altre discipline della scienza medica.
    Il problema non è l'osteopatia, ma l'Italia.
    Per fare un esempio calzante: molti dei Diplomi specialistici rilasciati da scuole come la: "London School of Economics and Political Science", considerata uno dei migliori college d'Europa al pari di Oxford, non sono riconosciuti dal nostro ministero, questo dovrebbe minare la validità di tali percorsi di studio?
    Inoltre io ho citato le mie referenze solo per dimostrare di essere un "addetto ai lavori". Provi a rendere più costruttivi i suoi interventi con argomentazioni riguardanti il problema oggetto della discussione: parlando di risultati scientifici ad esempio, dove sono quelli in cui di dimostra l'efficacia dei prodotti Agel??
    Se prova a fare una ricerca in tal senso si accorgerà che NON ESISTE alcun tipo di studio in tal senso: non c'era ai tempi della condanna dell'antitrust, e non c'è adesso. Si trovano solo studi che riguardano gli INGREDIENTI dei prodotti presi singolarmente ma nulla che riguardi il prodotto effettivo.
    Ps. tentare di screditare l'interlocutore invece di rispondere nel merito delle questioni è una pratica che può andar bene per una tribuna politica alla Bruno Vespa, se vuole interloquire in modo costruttivo cerchi almeno di avere rispetto delle persone con cui parla.
    Saluti

  • #31

    Giuseppe Musolino (Saturday, 14 September 2013 01:16)

    Gentilissimo Mauro D, non pubblico il suo commento perché è uno sproloquio che occuperebbe una quantità infinita di spazio sul mio sito. E i miei lettori non possono annoiarsi a leggere le sue paturnie.

    Le rispondo, però. Forse non mi sono spiegato: NON MI INTERESSA ALCUNCHÉ DELLE VOSTRE BEGHE LEGALI. Sono solo il corollario a dei prodotti inferiori sotto il profilo nutrizionale. Lei può frignare quanto vuole, le sentenze parlano chiaro. L’appigliarsi, suo e dei suoi colleghi, ancora a quell’argomento piuttosto che all’aspetto qualitativo la dice lunga.

    Così come la dice lunga che sia lei stesso a sostenere che quei prodotti abbiano dato risultati assolutamente straordinari a lei “e ad altre migliaia di persone”.

    Studi, ci vogliono studi scientifici. Se li ha, li posti (sia più conciso, però, non posso passare le mie giornate a leggere i suoi sermoni).

    Nell’attesa cito questa sua affermazione, giusto per far sbellicare chi legge: “Lo sa che è possibile verificare gli effetti positivi e immediati di alcuni integratori Agel mediante un esame al microscopio di una goccia del proprio sangue, vedendo la significativa differenza tra prima e dopo, anche a soli a 15 minuti dall'assunzione? E lo sa che, facendo le analisi del sangue dopo un mese o più di uso quotidiano del prodotto, si può vedere come sono variati, nettamente in meglio, i propri valori, quali ad esempio quelli del colesterolo, trigliceridi, HDL, Glutatione, ecc.?”.

    Ovviamente non accompagna l’affermazione ad alcun supporto scientifico, quindi suppongo abbia fatto anche questo esperimento su se stesso o forse sul suo gatto. Per cui mi sento autorizzato a considerare la stessa come quella che in termini scientifici si chiama “fregnaccia”. L’ennesima.

  • #32

    mary cristallo (Monday, 16 September 2013 19:54)

    gentilissimo dottore....ho letto tutto benebene e come supponevo io sembrano i prodotti herbalife....tutte cavolate...sopratutto quando sono molti gli allocchi che ci cascano....cmq qualcuno ha pensati di propormeli xchè potrebbero far bene a mia figlia affetta dala sindrome di prader willi....un'ulteriore cavolata....a presto e grz il suo sito è fenomenale!!

  • #33

    Giuseppe Musolino (Tuesday, 17 September 2013 00:52)

    Grazie, Mary.

  • #34

    Giorgio (Monday, 23 September 2013 18:40)

    Buongiorno a tutti.
    Ho seguito un po il dibattito. Riguardo gli integratori Agel posso dire che hanno un look molto accattivante e sono molto comodi da assumere. So che gli integratori in gel hanno una assimilazione più rapida rispetto agli altri, infatti da anni vengono utilizzati per esempio dai ciclisti professionisti, quindi quelli di Agel molto probabilmente sono rapidi come tutti gli integratori in gel. Sulla loro maggiore assimilazione non ci sono prove. Sono in effetti più cari ma li influisce molto l'importazione dagli Usa con le varie tasse, perchè visti i reali prezzi in dollari sul sito Usa, sono molto più economici. Solo le proteine che però sono in polvere hanno prezzi uniformi al mercato. Riguardo il confronto tra i componenti presenti in un prodotto Min di Agel ed un altro multivitaminico tipo Multicentrum, ho fatto i confronti e posso dire che Min di Agel ha molte più vitamine, mentre perde sui minerali.
    Riguardo il MLM non è vietato in Italia. Sono vietate le famose catene di S.Antonio, quelle dove ci si passa il denaro senza alcuna commercializzazione di prodotto.

    Grazie a tutti

  • #35

    Giuseppe Musolino (Tuesday, 24 September 2013 01:01)

    Il look accattivante non rientra tra le motivazioni scientifiche. E io sono sempre qui ad attenderne una.

    Idem per il fatto che siano importati dall’America (cosa che peraltro non giustificherebbe in alcun modo il maggior prezzo: le posso citare decine di altri marchi importati dalle Americhe, nettamente migliori qualitativamente e nettamente più economici).

    Altrettanto ascientifica è la tesi che li assumano i ciclisti (il che è tutto da dimostrare perché potrei citare altre marche assunte dai ciclisti).

    Capitolo proteine: non apriamolo nemmeno!

    Almeno è riuscito a riconoscere che “Sulla loro maggiore assimilazione non ci sono prove”…

    Ho comparato sopra il multivitamnico Agel con un equivalente di uso comune, evidenziando le NETTA superiorità di quest’ultimo, tanto in vitamine quanto in minerali. Se poi vogliamo continuare a negare pure l’evidenza (così come per il MLM, vietato in Italia come da sentenze sopra riportate), io non perdo più tempo e mi astengo proprio dal pubblicare i vostri deliri.

  • #36

    Dott. Andrea Giorgetti (Wednesday, 02 October 2013 00:20)

    Chiedo scusa,
    giusto una nota informativa riguardo le "scatole" dei prodotti AGEL.
    Non c'è traccia sulle confezioni della "conformità europea" per intenderci il marchio CE.
    Ora mi spiego meglio il perchè di questo meccanismo di vendita "particolare".
    Signori, polemiche a parte, l'assunzione di un prodotto sprovvisto di un marchio, che perfino i cinesi si prendono il disturbo di contraffare mi sembra scandaloso e deprecabile. Questa famigerata "grande azienda" non si preoccupa nemmeno di rendere i suoi prodotti legali e certificati, sembra invece starle molto più a cuore il marketing da dottrina sicuramente perchè è da lì che arrivano i grossi guadagni.
    Poveri polli.

  • #37

    Giorgio (Wednesday, 27 November 2013 14:02)

    Buongiorno.
    Per quanto riguarda il prezzo penso che in generale la Tecnologia in gel sia più cara. In quanto ho paragonato i prezzi di altri integratori in gel di altre case venduti attraverso canali tradizionali, ed i prezzi erano simili se non in alcuni casi anche superiori.

  • #38

    Mauro P. (Monday, 03 February 2014 10:24)

    Desidero aggiungere, a quanto già ampiamente e chiaramente espresso dai dottori Musolino e Giorgetti, che a tutt'oggi NON RISULTA alcuna autorizzazione alla commercializzazione di prodotti alimentari (gli integratori ne fanno parte - reg. (CE) n. 178/02; reg. CE n.852/2004), ne l'ombra di autorizzazioni/certificazioni rilasciate dal Ministero della Salute Italiano, di tanto in tanto riportate verbalmente, raramente per iscritto.
    Per una giusta e corretta informazione, ove mi fossi sbagliato, ma così non è, prego ed esorto gli interessati a darne chiara ed esplicita indicazione, una volta per tutte, citando i riferimenti ministeriali.
    Grazie per lo spazio concesso.
    Mauro P.

  • #39

    Antares (Tuesday, 04 February 2014 15:33)

    Buon giorno,
    ho provato i prodotti Agel ma non hanno fatto alcun effetto sul sottoscritto. Soldi buttati via.

  • #40

    Fabio mallaci (Friday, 07 March 2014 15:52)

    Buongiorno, al di la' di tutto vorrei farVi ragionare solo su una mia riflessiare: rendiamoci conto che questi prodotti vengono pubblicizzati / diffusi da qualsiasi persona qualsiasi preparazione abbia!
    Il pensionato come l' agente immobiliare o l' impiegato piuttosto che il meccanico si mettono a vendere senza sapere chi/cosa/come/quanti /cicli/associazioni/reali benefici dei suddetti prodotti senza avere nessuna preparazione scientifica ( laurea in medicina/biologiA/chimica/farmacia)!!!!
    Solo e puro business !

  • #41

    Antonio (Friday, 14 March 2014 00:37)

    Dottor Musolino le vorrei chiedere se quanto mi è stato detto è possibile, e cioè il fatto che assumendo integratori agel si ha un "rendimento" di circa il 90% rispetto invece ad integratori liquidi in cui si ha un "rendimento" invece di circa il 40% a causa della sudorazione e espellendolo attraverso urinazione. Grazie.

  • #42

    Giuseppe Musolino (Friday, 14 March 2014 00:58)

    È verissimo, soprattutto se ad affermarlo è stato Babbo Natale in groppa alla scopa della Befana.

  • #43

    claudio (Tuesday, 08 April 2014 13:55)

    Ho consumato prodotti AGEL ;non posso testimoniare grandi risultati se non impressioni che non posso distinguerle dalla suggestione.
    mentre mi apprestavo a fare il terzo ordine , mi sono soffermato sulla riflessione di quanto stavo spendendo e finalmente ho cominciato a farmi domande,ho letto sui blog e su quanto in rete era possibile. Al di la di scontri verbali più o meno educati ,hanno prevalso le tesi ed opinioni di chi con preparazioni accademiche hanno sostenuto le tesi dell'infondatezza dei benefici vantati , mentre le parole dei personaggi più o meno convinti sostenevano, in buona fede credo ma (mia impressione) vittime più che altro di una suggestione come la mia e in molti casi a difesa probabilmente di interessi avviati, dove si comprendeva chiaramente che l'aspetto " farmacologoco" era abbondantemente sottovalutato.
    La mia riflessione comincia da qui : è possibile che una società quotata in borsa con proventi a decine di zeri non abbia interesse a realizzare e pubblicare riscontri scentifici con i canoni della ricerca ?in fondo per ogni adepto che riescono ad aruolare penso se come vero che le impressioni riportate negativamente raggiungono in proporzione molte più persone di quanto non se ne convincono? non sarebbe più redditizio puntare con la qualità ed efficacia ipotizzate alla più vasta platea disponibile? o , forse il mercato della stupidità è altrettanto vasto e sufficentemente redditizio? forse la seconda che ho detto! ps non ho fatto il terzo ordine .
    saluto il dott.Musolino e lo ringrazio per la correttezza e professionalità con cui conduce questo blog .
    saluto tutti C.F

  • #44

    simone (Monday, 26 May 2014 19:21)

    Salve a tutti...
    Volevo dirvi che sono stato questo sabato e domenica alla "formazione professionale" di Agel, e a parte sponsorizzare i prodotti,che come i loro non ce n'è ecc..,
    e poi i principi attivi del contenuto e CHE NON CONTENGONO ZUCCHERI, QUINDI ADATTO AI DIABETICI.... aspettavo dei documenti che attestassero...oppure il brevetto, MACCHÈ!.
    Quindi passano tutto il tempo a ringraziare altra gente,per quanto agel gli abbia cambiato la vita, (ovviamente in meglio)di quanto faccia bene, e di quanti soldi fanno;
    Quando finalmente credi di fare formazione, ti spiegano il network marketing, e grossolanamente.
    Il fatto è: che secondo me usano PNL per convincerti, perché sono partito da superscettico, e sono tornato praticamente convinto. MENOMALE CHE VI HO TROVATO! !! comunque. .. alla fine sono integratori più cari di altri, con forse, l'assorbimento migliore ,giusto?
    AA... NON SI POSSONO FARE RIPRESE VIDEO E AUDIO DURANTE LA FORMAZIONE. .

  • #45

    Sarah (Friday, 30 May 2014 10:56)

    Gent.ssimo dott. Musolino,
    ho letto con tanta ammirazione i suoi interventi, precisi e opinabili (anche se per ora mi sembra che nessuno abbia concretamente smontato le sue tesi). Le parlo fresca di riunione, a cui ho partecipato per far un favore ad un'amica e perché nella vita son sempre pronta a cambiare idea. Quello su cui è stata prestata poca attenzione è il MODO in cui vengono proposti tali prodotti. La prima parola che ho sentito non è stata "benessere" o "efficacia" bensì "guadagno". Entrata cone potenziale cliente stavo per uscirne come potenziale venditrice. Questo la dice lunga anche sul prodotto in se a parer mio (di cui ho avuto scarse e insufficienti informazioni). Questa mia ultima frase è comunque validata dalle sue dimostrazioni.

    Ho 26 anni e sto per laurearmi, so che il mondo del lavoro è chiuso, difficile, faticoso, ma ho sempre storto il naso di fronte ai guadagni facili. E mi creda, si è parlato di quello, di regali, di viaggi, come se ci stessero offrendo un biglietto di sola andata per il paese dei balocchi. Il resto è storia.

  • #46

    Andrea Giorgetti (Thursday, 05 June 2014 01:31)

    http://www.youtube.com/watch?v=QDpyZknBOig
    http://www.youtube.com/watch?v=L7Kg1q34A7k
    http://www.youtube.com/watch?v=xfMAD7LPv2s
    http://www.youtube.com/watch?v=SLb4Ppz3oC0
    http://www.youtube.com/watch?v=NcaaA3wbiQ8

    Per chi avesse ancora dubbi comunque, ci tengo a far presente che di bufale come quella di AGEL ne esistono a volontà.
    Quelli copiati sopra sono solo alcuni degli esempi che si trovano facilmente navigando in internet. Tutti sfruttano meccanismi simili: uno "specchietto per le allodole", che nel caso AGEL è il gel in sospensione, ma troviamo ovviamente ingredienti miracolosi o sistemi incredibili per la liofilizzazione di ultima generazione; dipende dall'azienda. E poi si parte con la promessa di grossi guadagni e sistemi di retribuzione vantaggiosi, terminando con rolex omaggio e vacanze premio.
    A quanto pare di gente che trova il "Santo Graal" della salute è pieno il mondo ultimamente.

  • #47

    nicola (Sunday, 08 June 2014 19:46)

    Ho un negozio di prodotti bio km 0 ecc,una settimana fa sono stato contattato da dei venditori di questo miracoloso integratore alimentare proponendomi prima di inserirlo in negozio per poi cercando di venderlo a me....
    Cosa dire fino a quando il discorso rimaneva sul pianeta terra andava pure bene , ma poi si è totalmente degenerato spiegandomi gli effetti miracolosi tra cui cura infezione denti , mi potrebbe far ritornare i capelli neri poi visto che io soffro di mosce volanti agli occhi mi hanno detto che poteva curare anche quello con una combinazione di 2 prodotti , quello per gli occhi e l'antiossidante, il culmine si è raggiunto con la possibilità di guarire le fibre nervose tipo nervo ......... io li gli ho detto apertamente che mi stavano dicendo un casino di cavolate , ma loro tengono duro...... anzi ribattono che è colpa delle case farmaceutiche che non permettono al loro prodotto di diffondersi.... penso che si commenti da solo, truffa ,raggiro!!!!!

  • #48

    Antonio (Sunday, 10 August 2014 18:03)

    Buona sera dott MUsolino, mi chiamo Antonio Conte, volevo un parere sulla ditta Nutrilite ho saputo che è la numero 1 al mondo nel settore delle aziende di integratori.

  • #49

    Giuseppe Musolino (Sunday, 10 August 2014 20:50)

    Numero uno al mondo? E perché non dell'universo? Su che basi, caro Antonio Conte, su parametri fissati da loro stessi?

  • #50

    MATRIX (Sunday, 24 August 2014 14:54)

    conosco il mondo agel da ormai 2 anni , mi è stato proposto per la prima volta da un amico che aveva iniziato il mlm, io ho un lavoro molto stressante che mi lascia poco tempo libero, quindi al primo appuntamento sono andato di notte , la lucidità non era al massimo, detto cio mi chiedono quanto guadagno e come uso i miei soldi.. che macchina ho , che vita conduco eccc.... loro si vantano di avere molti € a dispozizione grazie a questo sistema che mi vogliono proporre..benche poco lucido la domanda che mi viene in mente è ( che cazzo centro io in tutto questo ?) mi fanno il lavaggio del cervello sulle nuove tecnologie, partono dal buon vecchio bill della microsoft fino ai cellulari, facendomi capire che ogni invenzione per essere conosciuta e riconosciuta debba avere un numero di persone valide che la sponsorizzano....mi spiegano ch l'alimentazione oggi è alla base di tutto e che i cibi non sono sani. e che l'assorbimento dei minerali e di sostanze nutritive, viene meno, il corpo ne risente, e ci ammaliamo, loro hanno la cura.. dico ok puo essere vero di sicuro si stava meglio prima che inventassero inceneritori e che te li mettessero dietro casa.. a un certo punto toglono da una busta una quantita esagerata di bustine millecolori sembravano provette di detersivi, dicendomi questi sono gli integratori della nuova generazione,mifa ok con un po di pnl riescono a convincermi a partecipare, mi fanno provare l'integratore exo ossia qwuello piu buono da bere perche gli altri hanno un retrogusto da far paura, e dicono che l'iscrizione costa solo 25€ dico ok. facciamolo, al momento dell'iscrizione mi chiedono un ordine minimo di 500 € per acquistare prodotti, ch mi serviranno per convincere me stesso delle buone qualita dello stesso e per farli provare ai possibili clienti che intendono percorrere la strada, pur avendo disponibilita dico loro che ci penso e che le faro sapere, continuano a farsi sentire sui social network per un po poi abbandonano la presa.. detto cio. l'interesse che hanno queste persone che oltretutto uno era un meccanico non è interesse a farti star meglio, ma a farti vendere qualcosa che nemmeno conosci, con la garanzia di facili guadagni, il mio ultimo messaggio fu questo! Carissimo, son contento che tu abbia intrapreso questa nuova attività, ma credimi ora son convinto che guadagni davvero tanto come mi hai detto, continua pure a guadagnare tanto io voglio restare con il mio miserabile stipendio, e godermi il resto che ho da vivere senza convincere nessuno a fare quello che faccio io, perche se anche tu fai quello che faccio io m guadagni lo stesso e guadagnerai sempre io devo solo sperare che la gente abbia fame per guadagnare , tu devi solo sperare che la gente non stia bene, ed è un principio che non mi piace, altrimenti lavoravo in farmacia . un'abbraccio.

  • #51

    Deborah (Tuesday, 16 December 2014 19:07)

    Salve Giuseppe Musolino.
    Trovo molto interessanti i suoi interventi e presumo lei sia una persona informata in materia, cosa che io non sono, e pertanto, se posso permettermi, le vorrei chiedere un consiglio.
    Ho potuto provare un'intera scatola di prodotto ohm, regalatami da un parente che, sinceramente, non so come se la sia procurata e non mi interessa.
    Mi è sembrato in tal periodo di sentirmi un po' più attiva (tipo più sveglia o ricettiva) rispetto a prima, ma potrebbe essere stato anche solo un effetto placebo per quanto ne so. In tutti casi quando stavo per finire le bustine ho iniziato a cercare il prodotto su internet e sono rimasta assolutamente scioccata dal prezzo, roba che non potrei permettermi mai, visto che sono una semplice studentessa.
    Quindi la mia domanda è semplice: è possibile avere da lei qualche indicazione su un eventuale prodotto commerciale (dal prezzo umano) che possa essere un valido nell'aiuto alle facoltà mentali?(detta così fa un po' ridere=)).
    Ringraziandola anticipatamente, attendo una sua risposta.
    Nel frattempo, le porgo cordiali saluti.

  • #52

    Giuseppe Musolino (Wednesday, 17 December 2014 12:25)

    C’è da dire che “facoltà mentali” è un’espressione che abbraccia un universo intero. Ad ogni modo ci sono diversi integratori che potrebbero tornare utili per il sistema nervoso (Alc, Gla, omega-3, le stesse vitamine ecc.). Non cito le marche per ovvi motivi, eventualmente rimango a disposizione privatamente.

  • #53

    Visione (Friday, 09 January 2015 22:27)

    Molto interessante questa pagina. Non solo per il post, ma anche per i commenti.
    E' sempre sorprendente constatare quante siano le persone che vogliano credere in qualcosa senza spirito critico. Da tempo penso che dovrei fondare una nuova religione tanto per vedere quanti proseliti riesco a fare.
    In Occidente il cibo non manca e in Italia non manca nemmeno il cibo buono, in mezzo, certamente a quello di minore qualità. Dire che dobbiamo prendere gli integratori perchè non sappiamo che cosa c'è nel cibo del supermercato mi fa pensare a due cose: a) che cosa c'è di migliore negli integratori Agel rispetto al cibo? Non lo so e nessuno lo dice. b) che cosa compra al supermercato chi ha bisogno di integratori? Probabilmente pizze pronte o patatine fritte.
    Siamo in molti a non essere educati alla nutrizione. Dopo i 30 anni iniziamo a soffrire di intolleranze, a star male e sentirci gonfi. Fino ad allora abbiamo probabilmente ingerito di tutto senza pensieri. Potere della giovinezza. Dovremmo quindi rieducarci non solo a quello che mangiamo, ma a come e quanto lo mangiamo. Altro che integratori...Avere delle accortezze, ascoltare il corpo e sapere che cosa digeriamo male, ridurre grassi, sale e zuccheri in eccesso, aumentare frutta e verdura, essere regolari nei pasti è uno stile di vita che si apprende con fatica, soggetto a ricadute, ma è un percorso di conoscenza. L'esercizio fisico, senza strafare, è necessario per la salute e con una alimentazione corretta gli integratori sono superflui. Specialmente quelli presi così per una specie di autocura senza una reale necessità terapeutica. Posso prendere integratori Agel regolarmente, ma se mi sfondo di alcol, passo la vita al pc e sul divano e mangio tonnellate di pasta e formaggi, Agel o chi per lui non mi aiuterà. Se viceversa adotto uno stile di vita sano, Agel o chi per lui non mi servirà.
    Volete qualcosa che vi tiri su le difese immunitarie o che vi faccia sentire meglio? Miele e frutta. Altro che le bustine fatte chissà come.

  • #54

    Carmela (Saturday, 31 January 2015 18:33)

    TUTTO MOLTO INTERESSANTE E ISTRUTTIVO.
    SPERO ANCHE DISINTERESSATO.
    BUON PROSEGUIMENTO.

  • #55

    Giuseppe Musolino (Saturday, 31 January 2015 21:39)

    Noti qualche forma di pubblicità verso altre ditte?

  • #56

    marco del re, trieste (Saturday, 28 March 2015 01:05)

    Grazie, mi sono stati proposti come miracolosi e volevo farmi un'idea sui questi integratori prima di andare alle loro riunioni. concordo con lei su tutta la linea. ahimè, temo che nonostante la serietà e la competenza delle sue argomentazioni (per tacere della simpatia), non le sarà comunque riuscito di far ragionare nemmeno uno di chi, per forza o per convenienza, vuole credere al miracolo. però si consoli, le garantisco che almeno ad una persona ha risparmiato la seccatura di andare a perdere tempo con queste fesserie. in fin dei conti è proprio vero: nessuno che abbia scommesso sulla credulità popolare è mai morto povero.
    bravo davvero,
    marco del re

  • #57

    Giuseppe Musolino (Thursday, 02 April 2015 18:01)

    Mi si scrive per avere un parere su prodotti specifici Agel per la prevenzione e il miglioramento delle problematiche muscoloscheletriche. Non pubblico perché il messaggio contiene link pubblicitari. Le molecole contenute nei prodotti in questione sono effettivamente valide, ma queste non sono certo presenti nei soli prodotti Agel, ci sono similari in commercio che le contengono ugualmente e, esattamente come per l’esempio degli omega-3 citati nel mio articolo, in dosi maggiori e a prezzi minori. Non pubblico i link relativi per non essere accusato di pubblicità verso altre ditte, cosa che non mi interessa minimamente fare. A questo punto si tirerà in ballo la solita storia della biodisponibilità, della purezza, di ingredienti naturali, di scorie, di filtri, di luce, armonia, benessere… e di tutti i trastulli che come vi dicevo sopra non hanno alcun significato scientifico.

    Ma al di là di questo, un articolo scritto sul proprio sito che valore scientifico pensate possa avere? E un professionista che promuove i prodotti di una specifica marca piuttosto che le molecole, che credibilità volete che abbia?

  • #58

    *Johnny (Monday, 13 April 2015 18:03)

    Gentile dott. Giuseppe Musolino,
    Grazie per il prezioso contributo a fare di meno una persona un po' meno caprona... Vorrei esporre la mia esperienza facendole una precisa domanda medica, la cui risposta magari potrebbe far capire la serietà scientifica di un'azienda come l'Agel e magari aprire una riflessione che nessuno aveva ancora preso in considerazione, almeno non direttamente. Mi consenta di firmarmi con uno pseudonimo per ovvi motivi di privacy.
    Un mio caro amico me ne ha parlato e visto i risultati clamorosi sulla linea fisica sua e dei suoi familiari, io mi sono reso disponibile a prendere in considerazione questi prodotti, così che mi sono fatto spiegare un po' di che si trattasse. Io voglio credere che lui sia in buona fede e che stia avendo i vantaggi di cui mi parla, sia economici (non mi ha parlato per ora di un eccessivo arricchimento ma di una ulteriore fonte di reddito) sia appunto dal punto di vista della salute fisica (che non posso non notare come già detto).
    Quello che mi lasciava titubante è il multi-level marketing, che potrebbe anche essere un buon modo per vendere e guadagnare ma rimane comunque una minaccia al tuo pensiero critico indipendente, e il fatto che una dieta, e quindi anche l'uso di integratori, dovrebbe essere un medico a prescrivertela, facendo anche un anamnesi del tuo stato di salute.
    Ad esempio, io ho provato a chiedere al mio amico di poter parlare con i medici ma mi è stato detto che è possibile far ciò solo dopo essere entrato nella squadra e che comunque lui mi avrebbe fatto da intermediatore riportando le mie perplessità ai loro medici. Allora gli ho sottoposto il quesito seguente: se uno fa una long life therapy con farmaci, come ad esempio quelli usati per la tiroide, oppure stabilizzatori dell'umore (che però a lui non ho citato per i sempre ovvi motivi di privacy), i quali devono mantenere nel sangue un certo livello del loro principio attivo, non potrebbe riportare dei problemi nell'iniziare al fine di dimagrire un ciclo di integratori, che aumentano il metabolismo del 4% come uno di quelli propostomi? Dopo qualche giorno mi è stato risposto che non ci sarebbe nessun problema (almeno per quanto riguarda la cura per la tiroide).... al di là del fatto, che lei e gli interventi nel suo forum mi avete già convinto di guardarmi dall'intraprendere questo tipo di attività, dopo aver letto la sua biografia professionale penso possa anche rispondere a questa domanda tecnica, magari prendendone spunto per fare delle ulteriori riflessioni utili a chi, come me, legge per tutelarsi.
    La ringrazio buon tutto *Gian

  • #59

    Giuseppe Musolino (Tuesday, 14 April 2015 12:29)

    Buongiorno, John. Come giustamente scritto, una dieta, e quindi pure l'uso di integratori, dovrebbe essere un professionista a prescriverli facendo in primis un anamnesi non solo dello stato di salute ma anche dello stile di vita. Lo stesso fatto di poter parlare con i medici solo dopo essere entrato nella squadra non è un buon segno. Per la questione specifica della possibile interferenza degli integratori con i farmaci, la risposta è che è possibile ma dipende dai prodotti in questione. Gli integratori non sono tutti uguali, sotto questo termine ci sono centinaia di molecole diverse. La maggior parte non dovrebbe “disturbare” la terapia farmacologica, ma alcune molecole potrebbero. E questo non c’entra con il marchio, parlo dei supplementi di qualsiasi ditta.

  • #60

    Davide (Thursday, 30 April 2015 01:35)

    Io premesso che sono uno scettico di natura, quindi probabilmente potrebbe passarmi sotto il naso la VERA occasione del secolo senza che mi prenda la briga di approfittarne.
    Mi è stato proposto Agel. Solita tiritera da manuale: occasione imperdibile, parliamone a voce, un'ora di lavoro persa per stare ad ascoltare (ma è un amico e collaboratore e si è fatto). Poi un paio di bustine di VLT (l'energetico per intenderci). Decido di provarlo prima di uno degli ultimi allenamenti in vista di una mezza maratona da correre domenica, pronto a ricredermi se avesse fatto effetto (io che non assumo nulla prima delle attività fisiche, se non marmellata, fette biscottate, The, caffè, pasta, riso, o dopo, biscotti, verdure, frutta, birra...).
    Risultato: zero miglioramenti, male alla milza durante l'allenamento -conosco sufficientemente bene il mio organismo per capire che significa che c'erano zuccheri dentro sto coso dal sapore orribile- e niente sonno fino alle 3 di notte.. quando finalmente ha fatto effetto la melatonina da 10 euro la confezione da 120 pastiglie da 1mg, dose standard, contro i 26 euro della loro confezione da 30 tavolette da sciogliere sotto la lingua (il 1000% in più!!!!!).
    Lavoro 12 ore al giorno, corro 1500 km all'anno.. e scommetto che sto meglio di chi si ciuccia ste cose perché fare attività o prestare attenzione all'alimentazione è troppo faticoso.
    Ps. Occhio, che anche i compensi esentasse tanto pubblicizzati sono una bufala.. non fosse altro per le tanto ignorate -elementari- leggi italiane in materia di tassazione del reddito

  • #61

    elena (Wednesday, 20 May 2015 19:31)

    Salve! Io ho incontrato un apostolo (non saprei definirlo in altro modo) di Agel a una corsa podistica, dove decantava le capacità miracolose di questi prodotti per guarire dolori articolari, problemi alla vista, obesità e praticamente ogni altra cosa. Un pò troppo. Si imponeva controllo internet, e voila. Mi resta però un dubbio: ho visto che uno dei loro prodotti (quello consigliato prima dei pasti) è basato sulla garcinia cambogia, e mi chiedevo se -aldilà del dosaggio probabilmente inferiore alla media in questa marca specifica- la garcinia cambogia in generale è veramente efficace come si legge in giro e se davvero non ha nessunissimissima controindicazione. Mi stupirebbe, se davvero è così efficace, che non sia prescritta sotto qualche forma di controllo medico.
    Grazie e avanti così!! Ce ne vorrebbero di blog come questo!

  • #62

    Giuseppe Musolino (Wednesday, 20 May 2015 21:49)

    Garcinia cambogia = acqua fresca. Può l'acqua fresca avere controindicazioni? :)
    Grazie per l'apprezzamento al mio lavoro. ;)

  • #63

    6e198764@opayq.com (Saturday, 30 May 2015 14:57)

    In una presentazione il multilevel market mi è stato presentato come "etico"...Fate voi... E come giustamente diceva un precedente commentatore, gli aspetti fiscali sono avvolti da un nebuloso 18% - col rischio di trovare inghippi ancora prima di presunti guadagni economici, su cui, come dimostrato da questo sito, c'è ancora molto da chiarire.

  • #64

    Cristina (Friday, 16 October 2015 16:52)

    Salve Giuseppe e complimenti! Leggere le sue argomentazioni mi riempie di sollievo: allora non vivo in un mondo popolato di invasati che crede a qualunque cosa! Molte delle persone che conosco sono entrate nel mondo Agel, un mondo fatto di viaggi, "amicizie vere" e tanto benessere fisico, psicologico e soprattutto economico. L'obiettivo è smettere di lavorare nel giro di poco tempo perchè con Agel si guadagna senza fare nulla, anzi facendo la bella vita; l'importante è entrare prima possibile perchè così si guadagna di più e chi si lascia sfuggire questa occasione è un fallito. Quando ho ricevuto l'invito di un'amica devo ammettere che mi sono incuriosita; ma l'amica è stata molto misteriosa al riguardo, così sono andata al colloquio. Dopo avermi mostrato un video patinato costellato di location da sogno, macchine di lusso, persone felici, magre e sorridenti, l'amica e la sua collega iniziano a decantarmi tutte le proprietà di queste miracolose bustine di integratori: non solo utilizzandole sarei stata più sana, in forma, più bella ma avrebbero addirittura curato la mia allergia al nichel! Infatti quell'anno la Agel ha vinto il premio Nobel per aver scoperto la cura di tutti i mali!!! Credo che ci sia una sola risposta per queste persone: un cortese ma deciso NO! Tra parentesi le persone che conosco che sono entrate in Agel non si sono nel frattempo trasferite alle Maldive a vivere di rendita..
    Cristina

  • #65

    Pierpaolo (Tuesday, 03 November 2015 20:21)

    Dopo tanti anni pensavo che qualche cosa fosse cambiato. Ma come dimostrano i vostri post nulla e cambiato da quando 30 anni fa sono arrivati i primi MLM. Quello che non capisco e come ci si possa far abbindolare....
    Saluti

  • #66

    Marco P (Wednesday, 11 November 2015 23:02)

    ps:

    non è presente zucchero nel prodotto VLT ma fruttosio, che vista l'assimilazione lenta è meno rilevante per chi è affetto da diabete, che in quanto CLINICAMENTE COMPROMESSO va sempre e comunque seguito dal suo dottore, il quale deciderà altresi in base alla situazione personale.

    in nessun caso un incaricato agel deve sostituirsi al medico curante e se lo fa, sbaglia. certamente i prodotti medici hanno il fine ultimo di curare, quelli quali gli integratori di prevenire o sopperire, e questa differenza è sostanziale.

    grazie ancora.

  • #67

    GM (Thursday, 12 November 2015 03:06)

    Nell’articolo si evidenzia la presenza di “zuccheri”, come riportato in tabella nutrizionale, non di zucchero (saccarosio). Peraltro sappiamo già che si tratta di fruttosio, giacché lo si trova ben sottolineato in rosso nella stessa tabella. In ogni caso, che questi zuccheri siano fruttosio, glucosio, saccarosio o altro conta come il due di coppe quando la briscola è a bastoni, dal momento che in un prodotto che intende apportare vitamine, di zucchero di qualunque tipo non deve esserci neanche l’ombra. E lì ce ne sono la bellezza di 8 grammi.

  • #68

    Marco P (Sunday, 15 November 2015 00:39)

    ovviamente non discuto questo in quanto non del mestiere. mi fido del giudizio di chi è piu preparato. ho preferito sottolinearlo perchè dalla discussione non si evinceva e la sottolineatura me la ero persa.

    per quando riguarda invece il messaggio antecedente, non pubblicato, posso sapere se è frutto di una scelta o semplicemente un problema tecnico?

    ero stato attendo sia alla forma che ai contenuti, che non fossero ne pubblicitari ne altro, ma solo informativi, quindi se è stato un problema tecnico posso riscriverlo, se è frutto di una scelta, me ne sto alle regole del "padrone di casa" ;)

    saluti e buon lavoro

  • #69

    GM (Tuesday, 01 December 2015 12:11)

    Non è stato pubblicato per due motivi. Innanzitutto perché si faceva riferimento ancora agli aspetti legali e ho precisato che l’articolo vuole soffermarsi solo su quello nutrizionale. E poi perché comunque si sosteneva che io avrei scritto che le certificazioni ministeriali sarebbero assenti, il che è falso: le certificazioni ci sono, ma non sono attestazione di migliore qualità rispetto ad altri prodotti presenti sul mercato e ugualmente certificati.

  • #70

    William (Monday, 25 January 2016 09:53)

    Personale esperienza in agel..tempo fa un conoscente mi aveva fatto la proposta x lavorarci,quindi ho voluto provare a vendere qualche scatola ai miei amici per vedere se effettivamente avevano benefici..risultato..nessuno..i miei amici mi hanno detto che non hanno sentito nessun beneficio.. Quindi soldi buttati..e io brutte figure..addio agel,sono un covo di esaltati..e io lavoro nel settore del mlm quindi so che significa,ma io mi faccio il mazzo e non sono certo in Mercedes..umiltà, umiltà..

  • #71

    giuseppe ermene (Friday, 29 January 2016 23:26)

    Gentile dott. Musolino,
    Ho letto con attentione, sia pur per ampie parti scorrendolo, il Suo blog sin dall'inizio, in quanto da conoscenti mi era stato proposto un prodotto Agel che non ho trovato citato e commentato, e lo cercavo: si chiama FLX.
    Soffro di artrosi diffusa lombare e cervicale, con contratture in zona cervicale (collo, spalle, trapezio) scatenantesi con facilità anche solo a seguito di uno stato mentale di agitazione o preoccupazione; presenti inoltre dolori alle ginocchia attribuibili, a giudizio medico, ad artrosi.
    Mi sottopongo da anni per la schiena a cicli di fisioterapia, e per le ginocchia il consiglio dello specialista è stato di infiltrazioni locali di acido ialuloronico.
    Secondo la fisioterapista, il mio quadro globale potrebbe migliorare con l'uso di un integratore depurativo.
    E mi è tornato in mente il discorso che mi era stato fatto sul FLX di Agel.
    A lei chiederei cortesemente tre cose:
    1) sa dirmi qualcosa sul FLX della Agel, magari assimilandomelo come contenuti a prodotti analoghi meno costosi, come ha fatto per altri prodotti Agel?
    2) cosa pensa, se ne ha esperienza, delle propostemi infiltrazioni di acido ialuloronico nelle ginocchia?
    3) avrebbe in generale suggerimenti per il mio caso, ovviamente nel suo campo d'esperienza.
    Grazie e cordiali saluti.

  • #72

    Giuseppe Musolino (Saturday, 30 January 2016 00:12)

    Glucosamina, condroitinsolfato e MSM sono allo stato attuale prodotti validi per il trattamento delle patologie in questione. Ma la mia domanda è: a cosa le serve un prodotto che ha come secondo ingrediente (ben 9 grammi per bustina!) il fruttosio? Se mi servono glucosamina, condroitinsolfato e MSM, prenderò un prodotto che abbia esclusivamente glucosamina, condroitinsolfato e MSM. Dopo averlo trovato, valuterò concentrazione dei principi e prezzo, e alla fine deciderò. Non consiglio prodotti alternativi perché come già risposto ad altri, lo scopo di questo articolo non è di promuovere altre ditte. Per quanto riguarda l’integratore “depurativo” consigliato dalla fisioterapista, il mio parere è che non c’è niente da cui depurarsi. Infine, il trattamento infiltrativo con preparati a base di acido jaluronico potrebbe essere un utile complemento alla terapia succitata, ma per questo meglio sentire uno specialista del campo ortopedico/fisiatrico.

  • #73

    Emanuela Mel (Sunday, 31 January 2016 21:44)

    Ho letto con attenzione tutto il blog sull'argomento Agel e i suoi integratori. Ho ancora il FLX da finire di assumere. Ho assitito a due incontri (uno prettamente "commerciale", l'altro di presentazione del prodotto) per naturale curiosità insita nel mio carattere, ma già consapevole della mia idea sul MLM. Avevo necessità di schiarirmi le idee sul prodotto....facendo uso di integratori periodicamente, trovo utile valutare il rapporto qualità prezzo di altre marche.
    Grazie! a tutti, sia agli scettici e ai concreti, che ai convinti. Leggere mi ha dato la possibilità di confermare una mia idea obbiettiva ad ampio raggio, anche valutando gli atteggiamenti verbali dei "pro AGel", comunque in netta minoranza. Ringrazio con simpatia e rispetto il Dott. Musolino, che ha anche suscitato una certa ilarità nelle risposte date a tono e con inteligenza. Una buna serata a tutti e restate "svegli"! ;)

  • #74

    Matteo (Saturday, 06 February 2016 11:00)

    Giuseppe Musolino mi dispiace informarti che tra 5 anni questi prodotti agel entreranno anche a casa tua.
    Ma no non li usare, vengono distribuiti tramite multilevel perciò sono cancerogeni sisi!
    Quando ti renderai conto che anche il tuo cane li prenderà poi non andare a piangere dalla mammina! Saluti

  • #75

    Giuseppe Musolino (Monday, 08 February 2016 01:21)

    Ok accetto la sfida, però tra 5 anni esatti se questo non si sarà verificato tu devi tornare qua e farti spernacchiare come si deve. Per ora rimando, ma come l’avessi fatto.

    P.S. Ignoranza sconfinata, cosa c’entra il multilevel con un’eventuale cancerogenicità (peraltro mai tirata in ballo nell’articolo)?

  • #76

    Patrizia (Wednesday, 24 February 2016 16:34)

    Salve sono incappata in agel tramite un'amica.
    Le mie perplessità riguardano il fantomatico gel "tridimensionale che intrappolato e tiene separati i nutrienti (... Bla Bla bla) formato da gomma di guar e xantano" citando il presentatore della serata. Informandomi leggo che entrambe le gomme sono formate da carboidrati (polisaccaridi ) non digeribili dal nostro intestino utilizzate, oltretutto, per limitare l'assorbimento di glucosio nei diabetici. Tutto ciò non è in contrasto con l'assorbimento miracoloso (96% addirittura ) promesso dall'azienda? Penso che questo punto sia fondamentale per giudicare la qualità del prodotto e la validità degli studi...

  • #77

    Marco N. (Tuesday, 19 April 2016 18:26)

    Intanto grazie Dottore per aver scritto sul suo blog.
    Anche io ho partecipato ad un incontro di presentazione del prodotto in questione organizzato da un amico. Premetto il mio scetticismo nei confronti degli integratori in genere, rispetto ai quali preferisco assumere cibi naturali, visto che non ho motivi particolari di integrare.
    Questa mia preferenza è stata messa in discussione però dal presentatore, il quale asserisce diversi motivi che farebbero propendere per la necessità dell'integrazione dell'alimentazione con le loro bustine gel:
    1. La frutta e verdura al giorno d'oggi è inquinata, quasi "dannosa" a sentire lui. L'integratore aiuterebbe ad essere meno vulnerabili al contenuto di sostanze tossiche.
    2. Frutta e verdura al giorno d'oggi sono carenti di nutrienti/vitamine/sali ecc e l'integrazione consente di sopperire a tale mancanza.

    Vorrei chiederle un parere: ci sono evidenze scientifiche su tutto questo?
    È vero o non è vero che in generale frutta e verdura hanno contenuti così alti di sostanze tossiche o comunque dannose per la salute?
    È vero o no che al giorno d'oggi sono meno efficaci e non garantiscono l'apporto di vitamine, sali ecc ecc tanto da rendersi necessaria l'integrazione?
    Se è vero tutto ciò, è vero o non è vero che l'integrazione risolverebbe o arginerebbe il problema ?

  • #78

    Giuseppe Musolino (Monday, 25 April 2016 21:52)

    Sono sciocchezze, solito trucco di giocare al piccolo terrorista per infondere paura e tirare dalla propria parte, verso i propri interessi.

  • #79

    Marco N. (Wednesday, 27 April 2016 10:51)

    Grazie mille della risposta.
    Replico giusto per ringraziare e aggiungo qualche particolare all'esperienza. Al giorno d'oggi grazie al "facile" accesso ad informazioni scientificamente provate, dovrebbe essere più difficile farsi abbindolare... Tant'è ho osservato che la gente crede davvero a ciò che vuole.
    D'altra parte se viene venduto principalmente il "sogno" di poter stare meglio e risolvere i propri problemi di salute, è comprensibile pensare "tentar non nuoce" (se non al portafoglio dico io). I partecipanti all'incontro erano quasi tutti sulla mezza età (30,40,50 anni) e alcuni manifestavano problemi alla schiena (per la maggiore), qualcuno era anche stato operato a causa di ernia discale, continuando tuttavia ad avvertire qualche dolorino di tanto in tanto.
    A sentire il presentatore, anche lui reduce da problemi alla colonna e alle ginocchia, pare che l'integrazione abbia risolto da diversi anni tutti i suoi dolori. Sinceramente mi è sembrato che credesse davvero a quello che diceva e non inventasse la storiella al fine di vendere il prodotto... Poi chissà magari invece è molto bravo a recitare. E chissà, magari sottovalutiamo la potenza dell'autosuggestione e si starebbe meglio anche con una zolletta di zucchero sciolta nell'acqua, purchè ci venga venduta a tot euro.
    Cosa ne pensa lei? Intendo come medico: esistono evidenze (studi comprovati e condivisi dalla comunità scientifica) circa il fatto che l'assunzione di integratori "guarisca" così efficacemente dolori e acciacchi derivanti da problemi anche gravi alla colonna?

  • #80

    Giuseppe Musolino (Wednesday, 27 April 2016 12:19)

    Ci sono integratori validi che possono essere d’aiuto in tante circostanze, ma è la molecola che funziona, non la marca. Una volta individuata la molecola, basta guardare due cose: la quantità di molecola presente e il costo. E a quel punto si sceglie quella che ne contiene di più e costa di meno. Senza influenze di marketing.

  • #81

    Francesco Caleghin (Wednesday, 27 April 2016 17:06)

    Ho letto tutti i post, complimenti a tutti (chi più chi meno ;-)
    Desidero aggiungere qualche punto di riflessione lasciando ai lettori il gusto di pensarci su; con la premessa che sono un semplice fruitore di FLX. Non mi interessa il MLM, non mi interessa se chi vende sguazza dell'oro con i miei soldi.

    Da quando assumo FLX non ho più dolore all'anca, dove mi hanno ricostruito l'acetabolo dopo un trauma da incidente stradale 10 anni fa. Sono candidato alla protesi d'anca un giorno, per ora, ho 40 anni, spero sia il più lontano possibile :-(

    Prima di questo integratore ne prendevo altri (di cui non faccio i nomi) senza avere il benché minimo risultato. Li assumevo poiché prescritti dall'ortopedico. Li prendevo in fiducia, ero convinto mi preservassero da un futuro peggiore, sebbene non sentivo alcun beneficio nel tempo presente.

    Ora, (da ottobre 2015) assumo regolarmente FLX e tempo 2 settimane dopo la prima assunzione, il dolore è cessato del tutto. Ora non mi direte che è un effetto placebo, vero? Dalla felicità, ho acquistato quest'anno lo stesso integratore per mia mamma, molto anziana e senza tediarvi con le sue patologie, vi informo che riesce ad allacciarsi le scarpe sempre con fatica, ma senza quei piccoli dolori acuti alla schiena che la affliggevano. Effetto placebo in una signora anziana? Le smorfie di dolore non le vedo più in mia madre. Difficile si tratti di placebo, che dite?

    Questione dello zucchero: questo argomento mi è proprio piaciuto parecchio: vi spiego il mio modesto punto di vista, ovviamente opinabile. Alcuni grammi di dolcificante per la categoria “dei puristi che mettono i puntini sulle i” o “dei chimici” sono una bestemmia dentro un integratore!!

    Innumerevoli etichette di integratori, ovviamente quelli liquidi, quelli cioè che passano per le nostre papille gustative, sono leggermente addolciti, altrimenti chi sarebbe il sadico capace di assumere una gelatina dal gusto infame e a caro prezzo? Certamente lo sarebbero in molti: dati i risultati di chi lo continua a comperare. Ad ogni modo, come fa la concorrenza, l’integratore deve avere un gusto “sopportabile” e per averlo sopportabile è chimicamente necessario addolcirlo!

    Questo aspetto non è stato mai toccato, interessante, vero?

    Ora invece mi appello al vostro intuito, e per chi è anche colto, mi appello ai vostri studi di statistica. Statisticamente mi sapete ipotizzare la proporzione dei lettori di questo post tra scettico/pauroso/titubante rispetto a dei lettori che stanno utilizzando Agel con benefici?
    La proporzione può essere 1 su 100 ?
    Vi spiego perché 1 su 100: solitamente chi è soddisfatto di un prodotto non è alla ricerca di post come questo per il semplice motivo che sta bene con se stesso e con il prodotto. Mentre una persona che ha la puzza sotto il naso (e di questi tempi più che mai!) allora è alla ricerca delle Sue conferme, delle conferme che il prodotto non funziona; che è solo MLM; che è una bufala… Altro genere di lettore è quello che non vuole mettersi in gioco con il MLM, per cui i suoi insuccessi vuole consolidarli andando a cercare informazioni denigranti il prodotto/azienda. Cari lettori: in questo paragrafo non mi riferisco solo all’azienda in questione, ma fateci caso: questo modo di fare, è umano, ed è valido in tutti gli altri casi, in altre Aziende. C’è un sacco di gente sofferente e cercante alibi a destra e a sinistra.

    Sono pochi coloro si sono imbattuti in questo post solo per il gusto di conoscere la verità. La Verita? Ma chi di voi è certo al 100% di avere in pugno la Verità? Chi di Voi ha in mano le analisi?

    Perdonate la similitudine che sto per fare con Dio, lo scienziato Zichichi: <<Non esiste alcuna scoperta scientifica che possa essere usata al fine di mettere in dubbio o di negare l’esistenza di Dio>>. Ecco io dico: <<non esiste alcun test scientifico che possa essere usato al fine di mettere in dubbio o di negare l’altissimo assorbimento grazie al Gel Suspension Technology>>.

  • #82

    Giuseppe Musolino (Wednesday, 04 May 2016 11:01)

    Ci sono tutti i segni per ipotizzare un placebo. Idem per la mamma, solo il bambino sotto i 6 anni è esente dal placebo. C’è una miriade di integratori che non utilizza zucchero nelle composizioni, evidentemente vuol dire che non è affatto necessario addizionarlo.

  • #83

    Marcella (Monday, 09 May 2016 23:36)

    Come uscirne? Dire gentilmente un bel NO:-)

  • #84

    Andrea M (Wednesday, 11 May 2016 17:09)

    Scusi dottore, uno di questi "esperti" della Agel, mi ha detto che le compresse non vengono assorbite come il loro gel, il quale, dicono, venga assorbito immediatamente. Può essere vero?

  • #85

    Giuseppe Musolino (Thursday, 12 May 2016 12:21)

    No. E in ogni caso non è una gara a chi viene assorbito prima.

  • #86

    Denis G (Sunday, 29 May 2016 01:01)

    Io dico che è fuori di testa tutto questo discorso. L'assorbimento relale o meno. Tutti quelli pro saranno sicuramente tutti clienti e persone che non vogliono passare per le allodole, gli altri sono scettici che si sono documentati al posto di farsi imbambolare. Le vitamine del multivitaminico comune sono grammature che sono effettivamente disponibili e vengono assunte nello stesso modo. I principi attivi hanno le titolature e la bio disponibilità e il tipo di assunzione diversa a seco da della titolatura. Le proteine hanno una biodisponibilità diversa a seconda dal tipo di proteina, vegetale o animale. I prodotti non mi sembrano validi. Poi ognuno è libero di fare quello che vuole. Preferisco una vita sana ricca di sport con un alimentazione sana ed equilibrata. Con tanta frutta e verdura preferibilmente biologica, che è sicuramente il miglior modo per assumere vitamine e sali minerali. Dico che gli integratori miracolosi non servono. E tutti servono solo in casi particolari come coadiuvanti in un contesto di alimentazione sana ed equilibrata. Tutto il resto è inutile e superfluo. Anche le vitamine in eccesso non servono vengono espulse quelle in eccesso.

  • #87

    Stefania (Sunday, 12 June 2016 18:25)

    Buongiorno Dottore,
    Vorrei per cortesia chiederle per forti dolori muscolari e articolari oltre all'omega 3 cosa posso assumere?
    Grazie
    Cordiali saluti
    Stefania

  • #88

    Marco (Monday, 11 July 2016 01:57)

    Ma basta con ste pippedi pillole polveri e gel....mangiare sano e colorato... E cucinare con (ne conosco!) sistemi che conservino le sostanze nutritive che madre natura ci fornisce !

  • #89

    Erica (Wednesday, 27 July 2016 18:59)

    ciao, io volevo aggiungere alla tua descrizione gli omega 3 di Herbalife:
    la confezione contiene 90 capsule e le dosi per pastiglia di EPA e DHA sono per epa 726mg e per dha sono 444mg al costo di 39€

  • #90

    Frankie28 (Friday, 25 November 2016 09:20)

    Volevo solo riportare il resoconto, con alcune mie considerazioni, di un incontro di presentazione di questi prodotti a cui ho partecipato l'altra sera.

    Mi ha contattato una mia amica chiedendomi di partecipare ad un evento di presentazione di integratori, e per i dettagli avrei dovuto aspettare quel giorno, con fare misterioso.
    Ci sarebbe stata anche un’opportunità. (?!)
    E' un'amica, è da tanto che non capita l'occasione d'incontrarsi, perché non accettare.

    L’incontro avviene in una grande sala riunione d’albergo, gli uomini sono quasi tutti in giacca e cravatta e le donne abbastanza eleganti, sembrano tutte persone in carriera. Io che mi sono disabituato ad indossare la cravatta anche ai matrimoni !
    Nelle prime file sono seduti coloro che ce l’hanno “fatta”, hanno fatto “carriera” nella struttura.

    Proiettano un video, ci sono testimonianze varie, e mi accorgo che l’esposizione è sbilanciata verso il metodo di vendita piuttosto che sui benefici dei vari prodotti (PS: lo faccio presente allo sponsor).
    Alla fine chi aveva organizzato l’incontro ci ha tenuto ad affermare che i loro prodotti non curano e devono essere somministrati a persone sane.

    Al termine ci siamo seduti in un salottino con lo sponsor (PS: lo sponsor è la persona che dovrebbe aiutarti/guidarti sia a conoscere i prodotti che a cercare altre persone) per capire meglio il funzionamento e fare domande.
    Ci ha tenuto a dire che non si è obbligati a vendere e nessuno te lo impone.
    La mia curiosità è stato capire il funzionamento del metodo di vendita, è un po’ complicato poiché il vecchio (fuori legge) non è più applicabile e ne è stato inventato uno nuovo.
    Alcune cose che nella chat sono state chieste/scritte le ho domandato in quell’evento, per cui non sto a riscriverle.

    Ripensando nei giorni successivi ho tratto delle conclusioni:
    • cercano di coinvolgere l’intera coppia (moglie/marito; fidanzata/ fidanzato; ecc.)
    • nessuno si fa problemi a dire e far vedere sia il proprio benessere fisico che economico (… gli operai dove sono ?)
    • c’è stato un abuso della parola OPPORTUNITA’
    • non è stata una serata persa alla fine perché adesso so cosa avviene in questi convivi, e non solo dalla TV

    NB: ringrazio tutti per quanto scritto, e noto che il contraddittorio va avanti da anni.

  • #91

    luciana (Monday, 06 March 2017 00:34)

    Salve a tutti,
    mi è stato utile leggere i vari commenti.
    Vorrei segnalare che il prodotto agel flx mi è stato proposto da un fisiatra e perciò "titolato".
    Da tutti i pareri letti sono giunta alla conclusione che non prenderò più nulla