Il ricostruttore di uova



In coda alla cassa del supermercato. Una signora vede i miei albumi in brick, li guarda stranita per un bel po' e poi esclama: "Albumi... In scatola... Cioé sarebbero come latte?"

"No signora, sarebbero come albumi, ha presente le uova? Ecco, solo che non c'è il rosso."

Sempre più meravigliata: "Ah, ma non servono per cucinare?"

"No, è che io ricostruisco uova per lavoro: qui ho preso gli albumi, poi a un altro supermercato prendo i tuorli, a un altro ancora i gusci... alla fine li monto insieme e li rivendo."

Questa è la consapevolezza alimentare che c'è in giro. Finché state rintanati nelle palestre, dove un minimo di coscienza nutrizionale c'è, avrete sempre una visione falsata della realtà. Dovete andare per strada tra le persone comuni, nei supermercati, nei bar, negli uffici postali... tendere le orecchie e rendervi conto che la gente non conosce neppure la differenza tra bianco e rosso dell'uovo. Figuratevi a parlarle di parmigiane dietetiche, lasagne light, torte senza zucchero...

Vabbe', adesso vado ché devo finire di assemblare le uova.

 

 

 

Write a comment

Comments: 0