Debora A.

 

 

 

 

Oltre 13 chili e 15 centimetri di vita in meno. Massa magra interamente mantenuta e Bmi passato dalla soglia dell’obesità al normopeso. Inizialmente abbiamo proceduto con il solo allenamento perché non eravamo ancora pronti mentalmente a partire anche con l’alimentazione. Ma la situazione non migliorava più di tanto, a dimostrazione che la dieta è fondamentale. E infatti appena modificata anche quella siamo andati a razzo.

 

Cosa osservare in questa foto:

  • la faccia tutt’altro che smunta
  • il tono generale
  • le forme mantenute e anzi ben presenti, a dimostrazione che se fatta bene la dieta non ti svuota come un sacco
  • i glutei ben su e non assenti o cadenti come dopo molte diete, frutto di squat e press e stacchi e tutta la roba che la maggior parte delle donne evita come la peste perché pensa di trasformarsi in uomo

 

Sapete cosa ha mangiato a colazione negli ultimi sei mesi? Fichi secchi, noci e miele. E poi pasta, pane, riso, pizza una volta a settimana.

 

Scendete dalle nuvole. Smettete di credere ai venditori di fumo. Si dimagrisce mangiando “normalmente”. Non con i cibi alcalini, non con acqua tiepida e limone al mattino, non con lo zenzero, non con la curcuma, non evitando il glutine, non evitando il latte, non bevendo latte di soia, non digiunando, non facendo i fanatici.

 

Mille traversie attraversate nel percorso, tra cui la perdita del padre. E - attenzione ora - NESSUN INTEGRATORE UTILIZZATO. Così, giusto per quei 2-3 che pensano che qui si utilizzino supplementi come acqua corrente (come se questo peraltro fosse un reato). Il 10 per cento delle persone che seguo prende integratori, non di più.

 

Mettete da parte le scuse e pensate a impegnarvi di più.

 

Write a comment

Comments: 0